20 novembre 2006

Gli esercizi spirituali dei butei

Alè, ci risiamo: l'abbiamo ri-fatta grossa.
Sulla falsariga di Hume che svegliò Kant dal proprio sonno dogmatico, oggi ci sentiamo un pò dei demistificatori che, in seguito agli sproloqui su Verona, sulla sua blasonata Piazza e, naturalmente, sui butei, portano infine a galla una nuova e magniloquente voce.

Per la sezione "La voce ai lettori ta-ta-ta-ta", nel giorno 20 novembre dell'anno di Nostro Signore (Butel0 o 8? Vd. oltre. Ed è subito teo-contest) 2006 ci scrive Duchamp alias AlbaDoltreVita.
Nella propria puntuale e precisa trattazione, Alba/Duchamp, ci illumina circa alcune vistose somiglianze tra i butei nel mentre del rito aperitivesque in Piazza e gli esercizi spirituali dei gesuiti. Le sue precisazioni potrebbero servire, extrema ratio, da promemoria per un'apologia della fuga dalla Piazza. Altrimenti, ci si condanni allo spritz+pacche a vita.

Un commento originale, una via di fuga decisamente mistica; ma che dico mistica, spirituale; ma che dico spirituale, spiritata; ma che dico spriritata, spritzata.
Non mi dilungo e invito sin d'ora a commentare apertamente. Ecco il nostro ospite:

"GLI ESERCIZI SPIRITUALI DEI BUTEI
prolegomeni verso una mistica della fuga

PREMESSA NECESSARIA
Premesso che il butel sente l'impresa della fuga come un qualcosa che ha del soprannaturale, è proprio al di_vino che il butel si rivolgerà per fuggire dall'agorà piazzaiola che lo opprime. A tal fine gli esercizi spirituali di Sant'Ignazio di Loyola, rappresentano uno strumento indispensabile, il legame tra vin santo e spritz, balza agli occhi in tutta la sua essenza mistica.

RIFERIMENTI STORIOGRAFICI
Nel 1548, il Duca di Gandìa (Spagna), Francesco Borgia, pronipote di Papa Alessandro VI, chiede al Pontefice Paolo III l'approvazione pontificia di un libretto di Esercizi Spirituali, scritto da Ignazio di Loyola, Fondatore della Compagnia di Gesù, congregazione ecclesiastica fondata ed approvata con bolla papale otto anni prima.
La risposta del Papa venne il 31 luglio 1548: "Avendo fatto esaminare detti Esercizi e udite anche testimonianze e rapporti favorevoli abbiamo accertato che detti Esercizi sono e saranno molto utili per il progresso spirituale. Esortiamo i fedeli d'ambo i sessi, ovunque nel mondo, di avvalersi dei benefici di questi Esercizi e di lasciarsi plasmare da essi."
I punti di meditazione dovevano essere brevi, perché vale più quello che l'anima scopre da sè stessa. Chi è formato dagli Esercizi spirituali ha un vero e proprio training alla volontà. La persistenza nell’animo del lettore dei sentimenti evocati, contribuisce all’educazione ed alla fortiFICAtio.

ESERCIZI SPIRITUALI - sovrapposizioni -
Vale la pena di introdurre l'argomentazione con una frase di Sant'Ignazio:
"Come il passeggiare, il camminare, il correre sono esercizi fisici, così si dicono Esercizi Spirituali ogni modo di preparare e disporre l'anima a togliere tutti gli affetti disordinati e, dopo averli tolti, a cercare e trovare la volontà nella disposizione della propria vita, per la salvezza "

Ed ecco il modo di procedere:
Il Santo raccomanda anzitutto di fare gli Esercizi Spirituali in un luogo diverso dal proprio ambiente abituale (!) in modo da permettere quella concentrazione, quel "deserto"esteriore e favorire il silenzio interiore.
Sovrapposizioni: Anche i Butei dovranno conformarsi a detto precetto, cercando la concentrazione per ogni dove, che non sia il disordine morale della piazza. Nella piazza si va per mettere alla prova gli esercizi a casa.
Ciò detto, Ignazio di Loyola divide gli esercizi in quattro settimane, da intendere soprattutto come temi da trattare denominate attraverso quattro tradizionali parole latine, delle quali ne esprime la finalità.
Sovrapposizioni: anche i Butei si daranno una tempistica di tale entità, onde pervenire alla riuscita della fuga

Quindi cari fratelli e frittelle, iniziamo:

I Settimana (tappa): "Deformata riformare", eliminare cioè dall'anima le deformità causate dal peccato. E' un modo di conoscere noi stessi e il grave disordine creato dal peccato, oltre al pericolo della dannazione cui ci espone!
Sovrapposizioni: il Butel dovrà prendere anch'esso coscienza del suo stato di totale disordine ed abbandono. Riconoscere i propri limiti pericolosamente estrinsecati nella amoralità della piazza.

II Settimana (tappa): "Reformata conformare". Siamo invitati a rivestirci di assoluto. L'uomo riformato deve conformarsi. E' il tempo della scelta del nuovo stile di vita: io in concreto devo innalzarmi spiritualmente
Sovrapposizioni: I Butei Annunciano al mondo intero la volontà di fuga, verso un nuovo status. La concretezza si fa concreta …

III Settimana (tappa): "Conformata confirmare". Cioè rinsaldare i propositi di adesione all'assoluto, mediante la contemplazione. La supplica come viatico: "Padre, se è possibile, allontana da me questo calice"
Sovrapposizioni: Anche i Butei di conseguenza allontanano da sè medesimi il calice divenuto ormai orpello inutile di una vita obsoleta. Fardello da cui liberarsi con volontà invocando: "Butel8, dammi la forza" (dove 8 sta per l'Assoluto)

IV Settimana (tappa): "Confirmata transformare". "Io entro nella vita" scrisse Ignazio. E infatti canta: "De Vita mutatur". A conclusione della quarta settimana, vi è la "contemplatio ad amorem". Si ritorna col pensiero alla Creazione e alla Redenzione.
Sovrapposizioni: I butei a questo punto, liberati dal giogo, cantano le lodi all'Assoluto Butel8, Creatore e Signore dei cieli della terra e della piazza.

RACOMANDAZIONI
Perseverare butei, perseverare, perseverare !!!

Concludo con queste parole di Papa Paolo VI "La pratica degli Esercizi costituisce non solo una pausa tonificante e corroborante per lo spirito, in mezzo alle dissipazioni della chiassosa vita moderna, ma altresì una scuola ancora oggi insostituibile per introdurre le anime ad una maggiore intimità, all'amore della virtù e alla scienza"

p.s.
mutatis mutande
se la semina degli esercizi nell'arco delle quattro settimane non ha prodotto risultati, sono cazzi tua … sei condannato a spritzare ad vitam (schei feste e fighe forèste), finchè il fegato non si separi dall'anima, amen.

Addi 20 novembre anno Domini 2006
In calce, Duchamp alias AlbaDoltreVita"


Grazie Alba/Duchamp, l'augurio finale è decisamente butelesco*

*fino esaurimento scorte fegatizie

14 commenti:

Porfiria ha detto...

Si chiama Citazionismo ed Arpionarsi agli Specchi.
La sospirata risata terminale(dopo un periodo di stato agonico)non è stata poi tanto grassa,ma liberatoria sì(cazzo ormai boccheggiavo!)
Io Scrivo(non saccheggio parole idee altrui,avendone già un paio di mie) tu studi,rumini,digerisci,rielabori.
RETROMARCIA.Rettifico:2 CERVELLI 4 MANI 3SETTIMANE per un misero solfeggio digitale?
E con questo Cari Butei,come sapete,mi devo congedare.Ma colmo di mestizia è il fegato(l'anima è li,no??)...
Per un po' Porfiria porterà perfidia quotidiana altrove.
Un bacio a tutti e CHE LO SPRITZ SIA CON VOI!

Anonimo ha detto...

A lungo ho tentato di stomacarmi di tutte le parole quivi impresse. Ma mesto ammetto che la natura loro e mia l'indole si intendono.

Tenterò di dimenticarmene presto.

Congratulazioni, per (la) Madonna.

gas ha detto...

Ciao,
per l'avatar basta che me lo mandi a io@lucagasperini.com
Ciauz ;)

butel1 ha detto...

Temo Perfidia abbia fatto un pò di confusione: il guest è AlbaDoltreVita (alias Duchamp), non c'entrano le persone che pensi tu (comunque, di prossima pubblicazione).

E così ti congedi. Peccà.
Saluto+pacca

butela1/2 ha detto...

Dolce perfidia..ci lasci dopo un infelice exploit di preconcetti e pregiudizi, nonché una bella “figur de merda”..peccato!
Non ti preoccupare, potrai sempre fare copia-incolla sul commento al mio post (e di Dory) che verrà pubblicato prossimamente.
Arrivederci cara..ci mancherai..

Dory ha detto...

Suvvia ragazzi..E' un vero peccato che abbiate dovuto sottolineare l'erroraccio di perfidia...
Mi dava un immenso piacere l'idea di lasciarla "sbrodolare nel suo brodino" facendole fare un bel monologo...
Vabbè, mi spiace ma ti ho rettificato anche io mò...
Comunque si salvi chi può dalla "perfidia quotidiana" che andrà a diffondere adesso a qualcun'altro...
P.s: E se eventualmente avessi bisogno anche di un altro tipo di "solfeggio" chiamami pure che ti do volentieri qualche ripetizione!See you...
Ciao butei!

butel1 ha detto...

Intanto mi pare di capire che butela1/2 stia vivendo una sorta di crisi d'identità.
Uno spritz quale viatico, ti saprà dare la conoscenza.

Frut1 ha detto...

Coglionazzo di un Butel1 cosa stai arzigogolando? cosa sta diventando questo blog...un compendio filosofico?!Torna in tè!
Butel 2 intervieniii!!

WildBoy ha detto...

finchè il fegato non si separi dall'anima... suona come una maledizione: forse nemmeno Ignazio di Loyola che era notoriamente uno tosto avrebbe augurato cotanto!


@Butel 1: ma voi al Nessun Dorma di monteforte (costalunga) ci siete mai stati?

Butel 2 ha detto...

No wild non ancora, o per lo meno non in veste sentenziosi.. Volevi un parere sentenzioso?

frut di Udin ha detto...

No comment! sono stato censurato. Butel1 me la paghi!
(P.s. la cena dell'amarone..una sbronza incredibile!! e speso un capitale..azzz!)

Butel 2 ha detto...

ma no frut qui nessuno censura nessuno. Ci dev'essre un incomprensione..

Upstream ha detto...

Mi sono perso il recruiting day?

E su vrvip come sta andando? Raccolto altro materiale interessante?

(non riesco piu a formulare un periodo con subordinate ergo cerco ristoro in interrogative futili e tendenzialmente polemiche)

cordialita

butel1 ha detto...

Up: Ti risponderei, con raziocinio se possibile. Tuttavia...
...sono appena rientrato da una due giorni milanese e, figa, cioè lei capisce bene cummenda, che ci devo dare il push al lavoro, io. Comunque DEVE seguire un post, ho avvistato ogni tipologia di milanese manager medio. Ahimè (?), non ci sono più gli arrivisti di una volta, ovvero: perchè i milanesi tentano di masticare il gergo markettaro anglosassone?
Comunque il recruit day è terminato; mi è stato impostato dall'alto (BUTEl 0) di proseguire. Tutto ciò, tramite post-it sulla mia scrivania.

Butel 2: Uè pirla, che fai, scashi tu? Dai sponsorizza il gesto figa.

Frut 1: Nessuno censura nessuno, è evidente. Ergo, tutti censurano tutti. Comunque tecnicamente non sei stato censurato, è stato avviato un programma di riforma del linguaggio affliggente gli appartenenti a categorie troppo tecniche quali appunto Frut1 (per costoro, infatti, il linguaggio non ha alcuna validità scientifica ed è perciò trascurabile tout court)