29 gennaio 2007

Opus bar Verona

Da un pò c'eravamo prefissi di fare un salto al nuovo locale Opus, in via S. Felicità 8, Verona. Praticamente, a 100 metro dal Cappa Caffè in fondo a Sottoriva, quindi in direzione Maffei, la prima a destra. Nome completo: Opus Granbar. Dove Granbar indicherebbe una nuova tipologia di locale?

Premessa fondamentale 1
a dispetto del nome e della location, l'Opus Dei davvero nulla centra con questo locale che prende forma all'interno di una piccola chiesa sconsacrata - o quanto meno così vuole la leggenda.

Premessa fondamentale 2
Nuovo, si diceva. C'eravamo già soffermati ad analizzare i concetti di "nuovo" e "inaugurazione" applicati al contesto scaligero. Prima dell'Opus, l'Opus si chiamava/era il Frate Tuc (già ai tempi in nuce quest'area semantica religiosa...), praticamente identico salvo qualche particolare.



Parigi vista dall'alto non regge col pian terreno dell'Opus visto dal soppalco...
Ah scusate, questa cazzata devo averla recuperata da 2Night.it


Del resto, il Déjà Vu va di moda a Verona.
Quindi niente di spirituale/spiritato, niente prediche, niente acquasantiera. Il locale era ed è gran bello: design molto elegante, contrasto scontato tra l'antico immobile e il moderno mobile, legno rustico (vd. travi a vista) e legni pregiati riservati a tavoli e sedie. O apparentemente pregiati.


Pro
-posto ok, piuttosto intimo. Meglio sopra che sotto (doppi sensi a go go e voluti)
-target coppiette o max compagnie 4-5 persone. Val bene un paio di bevute ciacolando allegramente. O anche in preda a crisi depressive, magari fissando le antiche mura

-niente cagnara, escluso forse il giovedì (sul perchè, si veda sotto)
-se pheega-muniti, portatela al piano di sopra, più che un soppalco un balcone con vista sul vuoto: esclusi i pochi presenti, nessuno saprà che ci siete. Butei, avete capito, eh eh? Amicco-ammicco-sorriso-beota-pacche-pacche
-white russian promosso e consigliato
-qualche velleità artistica buttata sui muri qua e la
-carine le lampade al piano superiore. Oddio, nulla di nuovo s'intende, ma nel contesto pseudo-sacrale la scelta è ben meditata e funzionale
-non ho capito se c'è ancora la serata da birromani con la birra a 1 euro o poco più; magari sì, magari no


Qui i butei in versione "malati di aids" mentre consultano
l'ampia scelta di cocktail. Persone decisamente da evitare.


Questa le lampade di cui si parlava. A Butel2 sono piaciute. Wow.

Contro
-l'Opus si porta dietro la clientela della verona fighetta (termine sul quale andrebbe fatta diversa chiarezza, ma oggi non ne ho voglia alcuna); appunto un retaggio da Frate Tuc
-svetta il bancone fatto a tavola da surf: che diamine c'entra?
-la serata da evitare. Non saprei. Poi leggo questo: "Tutti i giovedì l'atmosfera dell'Hollywood si trasferisce all'Opus a Verona!". Ecco, ci risiamo con ste maledette disco partnership. C'è da aggiungere altro?
-scelta musicale: se c'era, non me la ricordo.

Giudizio complessivo
-Pollice in su. Bel locale, atmosfera piacevole e distesa, lo teniamo. Occhio a recarvisi con sani principi, ovvero un aut-aut tra: provarci con la pheega - ciacolare coi butei/butele. Attention please, tecnicamente non è un locale prettamente da pre serata.
Traduzione per i butei: difficilmente si esce sbronzi dall'Opus. Eventuali balle birraiole a parte (resto in attesa di conferma o smentita).

34 commenti:

duchamp ha detto...

orrore, quei nudi che si evincono nella foto numero quattro fanno schifo !!

due croste orrende.

tanto dovevo per critica

dott. sgarbi duchamp

Frut di Udin ha detto...

butel1:
1-elimina dal tuo vocabolario l'aggettivo ELEGANTE perchè oramai Frut1 non ne può più!
2-spiegami cosa intendi per design molto elegante
3-ci penso io a ricordarti il sound dell'Opus:na sbobba così, mai sentita!
Passo e chiudo.

b ha detto...

Mi trovo a concordare pienamente con Duchamp sui quadri appesi al piano superiore: sono orribili. Modelle anoressiche nude o seminude in pose discutibili. Veramente squallidi. Per il resto, ancora ricordo la prima volta che sono entrato (si chiamava ancora frate tuc...): il colpo d'occhio è veramente piacevole. Il contrasto tra la piccola porta d'ingresso e la grande volta, con il bancone proprio di fronte ai propri immerso nella luce albina è notevole.

P.S. L'ultima volta che ci sono stato sono uscito che mi reggevo a malapena in piedi. Un preserata più che dignitoso - probabilmente al solito una bella mano l'ha data la compagnia, ovviamente - , e infatti dopo sono andato in disco (se così si può chiamare l'ombelico... A proposito, a quando la sentenzio-recensione?).

Butel1 ha detto...

Duchamp: croste è il termine esatto. Non per niente le chiamai velleità.

B: hai anticipato la mia recensione dell'ombelico, mi ci sono recato sabato (impresa audace, ammetto). Che fai, mi leggi nel pensiero?

Frut1: ah non ti piace? A ritié: elegantia elegantiorum. Scherzi a parte, quando dico eleganza:
1-sono chiaramente nei panni del recensore etilico di 2Night.it
2-in generale, cerco di avvicinare il concetto di eleganza ad una sorta di ricerca di bello/bellezza.
Se vuoi, ne possiamo discutere: nel suo piccolo, questo vuole essere un blog estetico. O estetistico, oggi devo farmi la manicure.

Dory ha detto...

Concordo pienamente con ciò che è stato scritto sul posto...
Le Selleraus si recano spesso lì...

b ha detto...

"Le Selleraus si recano spesso lì..."
Il che lo classifica come posto pieno di pheega, giusto?

@Butel1: Niente lettura del pensiero, per me... Mi affido alla divinazione tramite tarocchi, o, talvolta, con uno sguardo nella palla di cristallo. Solo di rado, invece, scruto il futuro nelle interiora degli animali, meglio se ancora vivi o tuttalpiù morti da pochissimo.

butel2 ha detto...

Sciocco fruttone ormai ricordi a fatica le tue iniziali.
Non era della sbobba quella era l'insopportabile chill out del k cafè.
All'opus, per lo meno quella sera, si respirava dell'ascoltabilissimo niù jazz con contaminazioni di bossa.
Ad ogni modo B1 è stato abbastanza sintetico e questo va il mio plauso.
Aggiungo, a rimarcare, una nota positiva sulle lampade del piano rialzato.
Essenziali, rigurgito della prima elettrificazione, con quella luce giallissima danno una connotazione da club literare creando un'atmosfera sofisticata e artefatta.
Detto questo quanti le notarono?
Tutti notarono le croste che a parer mio, pur confermando la loro essenza di crosta, si adattano perfettamente al atmosfera neoposticc del locale.

Butel1 ha detto...

Dory: vai di white russian, poi ci dici com'è

B: avvistata qualche pheega, sempre ben accompagnate. A parte le Selleraus, si vede. Al che mi viene uno spaventoso dubbio... ;-)

B2: grazie per la difesa a spada tratta. La ricambierò in men che meno con un'"acuta" presa per il culo: ed è subito cafe literare, ao', arda che c'ho deto cafè literarreee!

Frut di Udin ha detto...

PERDONO.
Ricordi bene Butel2.
Quella sera il sound dell'Opus era rispettabilissimo.
Come direbbe butel1: "vecchio, sound molto elegante".

Dory ha detto...

@ butel1: "avvistata qualche pheega, sempre ben accompagnate. A parte le Selleraus, si vede."
....Uè veciuz...che vorresti dire!
@ b: c'hai azzeccato...quando ci siamo noi quel posto è spettacolare...se non ci siamo è...mediocre...

ufficio stampa Butel1 ha detto...

Dory: ci dev'essere stato un misunderstanding, butel1 non voleva insinuare nulla. Si è ora ritirato sconvolto nei suoi appartamenti.

Dory ha detto...

An ecco...
Stasera salterai la cena, farai 100 flessioni e poi starai in ginocchio sui ceci per circa 5 ore.
Mutismo & rassegnazione...

Brusà!!! ha detto...

Grazie, grazie, grazie... questo blog mi ha fatto scoprire qual è il mio compito nella vita di veronese (di provincia) e scontento: leggere il vostro blog e credere nel Vecio. a parte gli scherzi ho scoperto da poco il blog e vi giuro che mi ha spaccato dal ridere. Garantito visto che in questo periodo ho poco da ridere: sto lanciando imprecazioni al pc nel tentativo di convincere la mia tesi a scriversi da sola...

Butel1 ha detto...

Brusà: benvenuto caro carissimo (solita spompinata riservata ai nuovi lettori).
"leggere il vostro blog e credere nel Vecio"
Stai per caso parlando del vecio nominato al punto tre di questo post dei primordi? Se sì, non ti nascondo una certa vena egoistica di compiacimento: era una "perla" (oohhh) che pochissimi hanno saputo cogliere.
Il Vecio è stato presto sostituito dall'Incommensurabile Butel 0, le cui origini sono misteriosissime ancora oggi (si vocifera possa trattarsi del Gigi dell'Alter o del Gianca di Sottoriva).

Ti auguro di sistemare il pc per la tesi. Nel frattento, visto che sembri fottuto, perchè non continuare a seguirci e spargere il verbo?

B1

Anonimo ha detto...

A regà, sto blog è na figata...anzi.."O butei, zio ken, a che sto blog l'è na storia, bello assè" (o assez per usare un falso francesismo). Complimenti, comunque! I appreciate so much, Ciao!

Augy

http://kernel.blog.tiscali.it

Butel1 ha detto...

Benvenuto anche a te.
Sono passato da voi a scrivere 'na cosa, poi me so imbarcato su un cargo battente bandiera libanese, ecc ecc.

Anonimo ha detto...

eheh, capisco, ma te devo da corregge su la citazione che, seppur colta, riporta una imprecisione..la bandiera che batte è liberiana! Bene, dopo questa inutile e saccente precisazione, ve saluto, bbbonanotte!

A

Butel1 ha detto...

Che c'hai ragione anche te.
Ma ggiuro o sapevo! De lapsusse trattasi.

Butel1 ha detto...

si dice in giro che la vita è stata politically uncorrect con voi due..

Anonimo ha detto...

Ma stai a parlà di me? Beh, comunque sia, la vita non è mai politically correct..diciamo che noi cerchiamo di essere politically correct con la vita per non farla incazzare. Non sempre funziona!

Butel Saval ha detto...

ciao butei,complimenti veramente al blog..ho postato dei commenti su altri argomenti,ma credo siano troppo vecchi.Mi impegnerò affinchè le mie appendici possano rientrare in una temporalità più recente...ossequi e a rileggerci

Butel1 ha detto...

ButelSaval: finalmente ti ho trovato! Benvenuto ragazzo. Sei famoso dalle mie parti: stavo diventando scemo per beccare i tuoi commenti; mai beccati, mi pare. Ecco, facciamola finita qui: io non controllo più a ritroso e tu commenti i post recenti. 3-2-1... via!

Anonimo: siccome devi essere Augny (così immagino), ti rivelo che, in verità, quello segnato come butel1 invece non è il sottoscritto, bensì un tenerissimo fake postato da qualche detrattore (così immagino), MAGARI di qualche forum a caso (così immagino), magari di una disco a caso (così immagino). Ok, ok, sei nuovo quindi certe dinamiche della realtà web 1.0 di Verona ti sfuggiranno: in sintesi, stiamo sulle balle a diversa brava gente (vino e taralli & bar sport & discomiusik). A mio avviso, la presenza di detrattori su un blog è sempre sintomo di buona salute dello stesso.
O semplicemente ero io in coma etilico, che te devo dì?

Per rispondere al tuo precente intervento: sì, d'accordo. Anche se il politically correct non ci piace molto, e mai piaciuto. La vita va derisa. Tra gli aiutanti positivi: i butei, le pheeghe, la scanzonatura, tre elementi che inducono sempre riso a modo loro.

Butel1, fratello mio: grazie, ti ho ritrovato, dov'eri finito, volemosse bbene, non fuggire più, bla bla bla.

BenSG ha detto...

E' da quando lo hanno inaugurato che mi riprometto di andarci, anche se mi avevano detto che è molto unz-unz e, quindi, piuttosto caotico e gggiovane. Ma dopo aver letto la recensione mi sa che ci andrò!

Grazie, ciau!


BenSG

Anonimo ha detto...

Ah, ok! Comunque avevo effettivamente pensato ad un impostore, visto che la sua scritta Butel1 non è autenticata (ovvero è nera invece che azzurra)..per il resto, si, anche noi deridiamo la vita, ma più che altro noi stessi, e poi leggendo il vostro blog ci è venuta voglia di scrivere di nuovo sul nostro quasi-defunto kernelblog, inattivo da più di un anno.

P.S. devo smetterla di uscire il martedi sera di gennaio e sperare che in giro ci sia anche l'ombra di un po' di pheega!!! Le pheeghe sono esseri che amano il caldo, l'abbronzatura, gli infradito e i portapenne facili. L'inverno infrasettimanale lo passano principalmente in casa a guardare Dr. House o GF & co., passando di sfuggita da qualche atrocità made in DeFilippi+Costanzo.

Augy

P.S.2 Pheeghe, do not misunderstand my statements. I still love all of you as the first day!

Butel1 ha detto...

Ben, il posto è ok. Può vantare un adesivo "Sentenziosi Approved!"

Augy: concordo, smettiamola entrambi di uscire il martedì, putroppo è proprio una serata del menga. In effetti ieri risposi all'ultimo post; oggi scopro che è del 2006 incipiente. Non mollate guys! Mi chiedevo, appunto, di dove siate esattamente.

Comunque le pheeghe ora si vedranno sempre meno in giro di venerdì: la pericolosa quartina di telefilm (tra i quali House e Nip/Tuck) mieterà ben qualche vittima. Maledetta TiVi magnapheeghe.

Anonimo ha detto...

Noi del Kernelplus(TM) proveniamo da svariate realtà satelliti alla città di Verona (ovvero paesotti depressi), ma in pratica siamo sempre in città, o meglio a B.go Roma, facoltà di scienze, PhD students..e in nostro maggior rammarico è l'aver abbandonato il caro e dissacrante blogghetto. Ci rifaremo!

sabbath ha detto...

già scritto altrove: servizio cordiale, beveraggio più che discreto, posto carino, unico difetto orde di merdosi giovanetti miliardari griffati e maleducati...
ottimo per "2 chiacchere tranquille"..

PS. sabato dovrei andare all'Ombelico (per motivi non dipendenti dalla mia volontà). La volete una recensione da uno che abitualmente non frequenta discoteche?

Butel2 ha detto...

Scerto dottò.
QUI tutti i punti di vista sono benvenuti.

Butel1 ha detto...

Sabbath: ready-steady-go. Anch'io ho fatto la malaugurata scelta di recarmi all'Ombelico. Che dire? Pro e contro. Scriverò qualcosa in questi giorni. Attendo la tua, magari si fa un bel collage, che dici?


Kernellari: cari dottorandi, a questo punto urge contatto più approfondito. E' un campo il vostro che vorrei approfondire (=ergo penetratre, commercialmente e fisicamente). La mail la sapete, sentiamoci se vi va!

Selleraus ha detto...

Dunque...avrei qualcosa da dire...
1)per quanto concerne la "Maledetta TiVi magnapheeghe" posso portare come esempio le Selleraus: esse NON rinunciano ad uscire anche se in tv ci sono questi meravigliosi telefilm. Pensano piuttosto a registrarli per guardarseli in santa pace il giorno seguente...
2)prossimamente anche le Selleraus si recheranno nuovamente all'Ombelico, causa compleanno. Vi sapremo dire...
3)ultimamente sto notando che conosco (per vie traverse) diversi vostri commentatori...mi dispiace solo di non essere ancora riuscita ad arrivare a bute1-2!
Dory

Butel1 ha detto...

Dory: tutte le traverse portano a Rom... ehm ai butei

Dory ha detto...

Già...prima o poi vi scoverò....
Fosse l'ultima cosa che faccio ;-)

Butel1 ha detto...

[voce fuori campo di Butel1]
C'ha un cazzo da fare questa...
[/voce fuori campo di Butel1]

Dory ha detto...

Tanto quanto te caro butel! ;-)