22 marzo 2007

No Fun: in concerto Ant + Fr.Luzzi

Che fare in una Udine di una sera di pioggia e per giunta di lunedì?
Nulla! Plausibili soluzioni:
a) casa con pornazzo, sega malinconica e letto = serata pippaiolo
b) casa, divanazza, tv, rutto libero = serata cinema
c) casa e pc = serata da vero nerd
[parte la voce del narratore con voce cavernosa] "Ma quella sera a Frut1 il Bello non andava proprio di rimanere a casa, aveva voglia di uscire, di stare in compagnia. Il nostro, voleva essere coinvolto da qualche cosa, qualsiasi cosa fosse".
Cosa fare?
Sfoglio www.2night.it sperando di trovare qualche serata glam e un pò cool nella provincia di udine. No, è una domanda. Risposta: che cazzo sto a dì, glam? Cool? Fashion? Udine? Quando mai Udine è stata pregna di eventi lontanamente etichettabili in questo modo? Questa domanda, invece, era retorica.
Rapida ricerca su google: depennato il cinema e abbandonata la speranza di un valido dj-set, scopro un concerto presso il circolo Arci "No Fun" di Udine. Hey, carico le batterie, ché questo lunedì non lo passerò sul divano ma in un club tra gggiovani e musica.


Locandina della serata


Sul palco del No Fun si esibiranno nel seguente ordine: Fr Luzzi ed Ant.
E No Fun fu!


Fr.Luzzi

Avevo sentito parlare di questa musicista friulana che con la sua chitarra sprigiona soavi melodie. Pensavo si trattasse di una di quelle fanciulla con la sala prove ricavata nel garage di casa che il sabato pomeriggio si ritrova con amici a strimpellare una chitarra e sperare di diventare un giorno qualcuno. E un giorno, sfogliando Rumore di gennaio 2006, tra gli album recensiti nella seziona pop scovo proprio l’artista in questione, la copertina dell’album, dal titolo: Happiness is a overesteimated value e un buon voto 4 stelline su 5. Insomma, un voto da sti cazzi elargito da una rivista non più esclusiva come un tempo ma sempre quotatissima. Passa qualche mese (siamo ad agosto) e sfogliando XL della Repubblica la ritrovo nella playlist per gli ascolti consigliati: vuoi vedere che la ragazza non è mica una dilettante? La sua musica è stata devinita folk-pop,semplicemente pop, un po’ bossa; qualcuno l'affianca a Carla Bruni, Cristina Donà oppure a Isopel Campbell post Belle & Sebastien.Facciamo prima a sbirciare su myspace.In definitiva la giovane friulana ci offre musica indie (giusto per non sbagliarsi),sicuramente influenzata da cantautori come Nick Drake, Elliott Smith ed Emiliana Torrini, nonchè da gruppi quali Belle and Sebastian e King of Convenience.Per dirla con Montgomery Barns: Eccellente,eccellente!A quel punto avrei voluto intervistarla, non fosse che il suo agente mi chiese ben 20 €: da buon butel gli avevo già spesi al bancone del bar.



Ant

Antony "Ant" Harding conosciuto (o meglio sconosciuto) fino a qualche tempo per essere il batterista della fantastica indie band Hefner. Ma negli ultimi anni si è dato alla carriera da solista realizzando una serie di semplici, bellissimi ed acustici album pop,essenziali e forse proprio per questo capaci di suscitare emozioni profonde. Nell'ultimo album, Footprints through the snow spicca una chitarra ed una voce che parla di romanticismo e baci rubati, di cuori infranti e sogni amorosi. Il tutto con la sua consueta dolcezza e pacatezza.Sicuramente un album maturo e destinato a consacrarlo come uno dei più originali e sensibili songwriter indie.Ma frut1 dopo aver ascoltato il precedente album Floating on the breeze, si sente di affermare che è un piccolo capolavoro, assolutamente da recuperare.Concludendo un valido musicista da seguire e da ascoltare come colonna sonora per un intimo incontro con una pheega sul divano di casa.



Il locale: una cantina, un'unica stanza che si raggiunge con una quindicina di scale per cui underground, vecchio! Un lungo tunnel a volta a botte (beccatevi queste nozioni, liceali, apprese nelle ore di storia dell'arte, reminescenze ragazzi, reminescenze), un bancone da bar tipico da casa parrocchiale, quattro tavoli e alcune sedie da mensa della scuola materna e tanti cd, libri e videotapes sugli scaffali alle pareti. Un palco e un pubblico di affezionati che fedeli alla linea non abbandonano il Gae e la crew del No Fun. Comunque l'ambiente è confortevole, familiare che a frut1 non dispiace. E poi entrata gratis (non so se mi spiego).




La serata: dopo aver valutato il da farsi verso le 22.30 parcheggiato lungo viale palmanova,entro nel locale, scendo i dieci gradini ed entro nel mondo underground udinese. Sul palco Fr Luzzi è già on board, la sua mini statura è aiutata da due tacchi vertiginosi che le permettono di arrivare con la bocca al microfono, una chitarra e un accompagnatore con la fisarmonica ed è poesia, o meglio piacevolissima melodia. Dopo alcuni minuti di ascolto il desiderio di limonare con la biondina che mi stava dinnanzi era forte. Non potendo ballare quella musica in qualche modo dovevo liberare la mia carica emotiva. Una birra e ammiccata alla barista pippi calze lunghe(per via del capello rosso e le due trecce), placati i miei desideri mi lascio andare in un dondolio cadenzato che mi fa venire quasi il mal di mare. Anche se solo perchè abbandonato all'ultima ora dalla mia accompagnatrice non pervenuta, la serata comincia a prendere la giusta piega. Fr luzzi con il classico saluto da rockstar si congeda al pubblico presentando la band (si insomma lei ed il suo accompagnatore) e poi tutti al bancone!



I gggiovani del No Fun al bancone del bar


Dopo aver preso una pastiglia di Travelgum per alleviare il mio mal di mare decido di sedermi ed affrontare il prossimo artista comodamente seduto in seconda fila. Si parte, vai con il prossimo. Sale sul palco Ant con il suo metro e 90 ed oltre di statura, alza di un metro l'asta del microfono usata dalla Luzzi,accorda la chitarra(e i fonici accordatori dove sono? Pausa birra,ovviamente) ed è pronto. Saluta il pubblico che non si accorge della sua presenza e questo un po’ mi irrita ed allo stesso tempo mi intenerisce (quasi quasi vado ad abbracciarlo per portargli conforto).




Ant alle prese con la sua chitarra mentre
la Luzzi mostra il suo profilo un pò greco
al fotografo

Ma Ant è un uomo tutto d'un pezzo e pubblico o non pubblico inizia a suonare. Una lunga ninna nanna,mannaggia a me che mi sono seduto sono le 23.20 e qui si rischia la sonnazza. Ma la musica inizia a piacermi, il pubblico sembra non apprezzare o meglio erano tutti amici della Luzzi che di Ant non gliene fregava una mazza. Ma frut1 non molla, la palpebra calante rimane ancora su, non cede alle soavi melodie e a quella voce sussurata. Nonostante la quasi indifferenza il pubblico chiede il bis ed il bis fu! Purtroppo Antony era solo con la sua chitarra e non poteva ricreare a pieno la magia dei suoi album conditi da testiere, basso, batteria e violini ma cari miei è un gran artista. Dal vivo la performance della Fr Luzzi è stata eccellente mentre, ahimè, Ant è stato un pò deludente, diciamolo.




Dulcisis in fundo:pheega non pervenuta, sonno conciliato, bagnate leggermente le labbra con una birra. Tutto perfetto per un lunedì sera.

24 commenti:

vixo ha detto...

diffidate di rumore.
non recensisce mai male le etichette e gli artisti italiani che contemporaneamente pagano la pubblicità sul magazine.
per pensieri più liberi e veritieri consultate blow up.
thanks

Butel1 ha detto...

Vixo: già già.
D'accordo sull'osservazione. Del resto è il destino dei magazines leaeder di categoria.

Frut1: già già.
D'accordo sulla scelta della tua fonte. Del resto è il leader di categoria, non sbagli di certo.

Butel1 (che poi sarei io): già già, d'accordo sulla scelta di lunsingare un po' tutti. Del resto la strada verso il leader è il paraculaggio.

Anonimo ha detto...

domenica all'alcatraz suonano gli Air...altro che

vixo ha detto...

venerdì prossimo all'estragon suonano i !!!... altrochè...

Frut di Udin ha detto...

E io venerdì sera mi sono visto gli LCD Soundsystem al Rolling Stone con successivo after party al Plastic! Tiè e tiè

butel1 ha detto...

Anonimo: sto cercando disperatamente di scaricare Pocket Symphony (nuovo album degli Air) da una settimana, ma ormai i tempi si vanno facendo maturi per combattere la pirateria, non sono andato oltre le tre tracks e sono buone assai.
Tuttavia, parlare di concerto nel caso del duo francese è inesatto, il loro non è uno show in senso tradizinoale, semmai un evento acustico di classe.

Frut1: rispetto per la tua scelta. E la pheeega?

Vixo: !!! non conosco, come si pronunciano?

vixo ha detto...

volgarmente scrivendo, si pronuncia "cic cic cic".
cantante molto bolide (una specie di richard simmons) e musica da dancefloor suonata con regular equipment che va a soddisfare sia i palati dei fighetti che quelli degli sfighetti.

vixo ha detto...

http://chkchkchk.net/

Anonimo ha detto...

....beata ignoranza(mi riferisco ai commenti sul fatto che Rumore e sugli artisti che pagano gli articoli... secondo voi una come la sottoscritta, che pubblica per una minuscola et.indipendente e suona per 150 euro a sera, ha i soldi per PAGARSI LO SPAZIO SU UNA RIVISTA??! mah...)
la considerazione poi su blow up come "rifugio di libertà"... vabbè, vabbè.

grazie del report, cmq, caro "frutut di udin", prima o poi la nostra conoscente comune ci presenterà(senza chiedere soldi per la mediazione, speriamo..)
baci
LaLuzzi

vixo ha detto...

oh, bene, sono felice che tu e la tua etichetta non paghiate per farvi pubblicità.
per citare qualcuno, l'onestà, di questi tempi, mi commuove.

Chialuna ha detto...

Cercavo la sceneggiatura di Ciao!Manhattan e sono capitata qui. Complimenti, sentenze di squisita fattura! Bye

Butel1 ha detto...

Vixo: un dietrofront da vero butel.

Chialuna: benvenuta cherie. Tres bien e apprezzatissima la citazione su Gerard Malanga trovata nel tuo profilo sul blog.

Fr Luzzi: benvenuta cherie (sì, sì non ho altre cartucce da sparare in caso di presentazioni femminili multiple e contestuali, ok?).
Ad ogni modo aspetta, aspetta: quindi se prendi 150 € a sera, stai dicendoci che non sei una star? Mannaggia!
Scherzi a parte, devi sapere che il nostro fruttone non è una conoscenza piacevole. Di lui potresti ricordare l'occhio caratterizzato in coda da una luce tipica da maniaco medio della provincia italiana.
E la storiella del cash per la mediazione è fantascienza o robbba vera?

Frut1: se è vera, sappi che sei caduto dannatamente in basso, damn.

vixo ha detto...

non per dire caro b1, ma il mio era un intervento sarcastico; non so se mi spiego.

Frut di Udin ha detto...

@butel1:tutto vero amico,tutto vero.Frut1 non mente.

Butel1 ha detto...

Vixo: certo che ti spieghi: anche il mio lo era.
Insomma, ci siamo spiegati, ora escimi i soldi (ammicco, ammicco)

vixo ha detto...

più che uscirti soldi ho una dritta per il downloading (gentile concessione di un vippazzo veronese) solo che è un po' un circolo chiuso quindi later userò la mail ufficiale dei sentenziosi.

Chialuna ha detto...

@ Butel1: Gracias [ah!questo plurilinguismo europeggiante così maledettamente falso!]!

Io non vedo le foto, però! E' colpa del mio computer farlocco o c'è una ragione? Bai bai

Butel1 ha detto...

Eh no cherie, come spiegavo nel post successivo ormai blogger con le nostre foto fa un po' come cazzo ie pare.
Un po' come nella Casa delle Libertà by Guzzanti.

Butel1 ha detto...

Vixo: leggerò ansioso dell'ennesimo esempio di "giri", "i giri", "stare nei giri"

frugulla ha detto...

Occhio ai due livorosetti Vixo, che postano come fossero uno anche in altre spiaggie, rosicano sempre, si mormora.
In quanto al post vedo che vi date all'indie e all'alternativo, in mancanza di meglio me ne compiaccio

Butel1 ha detto...

Vixo: thanks man, grazie per la dritta.

Frugulla: "Occhio ai due livorosetti Vixo, che postano come fossero uno anche in altre spiaggie, rosicano sempre, si mormora"
Questa è mitica. Grazie anche a te.

vixo ha detto...

non raccolgo le infamie del lacchè frugulla. anche perchè sembra fede quando dice che woodcock ha manie di protagonismo.

Anonimo ha detto...

la storia della mediazione purtroppo è vera.dico putroppo perchè quei 20 euri proprio non li ho visti...eh sì che avevo compreso nel pacchetto anche una super limonata durissima con la f.r. che il Frut ha poco elegantemente snobbato..

per questo in un'unica giornata son riuscita a trasformarmi schizofrenicamente da agente luzzi ad accompagnatrice non pervenuta..
oh venti euri son sempre venti euri

Butel1 ha detto...

Tres bien, un altro esempio di "Escimi i soldi!" (giusto per autocitare il mio commento di cui sopra)

In verità ho parlato col Fruttone e, le dirò Luzzi, non ho ben compreso il perchè di quel mancato incontro. Del resto, a limonata inclusa, quella beshtia di uomo non si sarebbe certo tirato indietro. Come direbbe Sircana, c'è qualcosa sotto...

Ad ogni modo, si vada al sodo: lei sta messa singol, Fr? Che nel caso questi (il Frut1)* le venga presentato, ohibò.

*avete le stesse iniziali. Signore e signori, cali una certa aria di fatalismo siciliano, ho detto che hann e stess iniziaal. Meenghia.