15 maggio 2007

Far East Film Festival 9 @ Udine (Atto finale)

Far East Film Festival: le premiazioni

Nell'ambito del Far East Film non esiste un premio vero e proprio assegnato da una giuria di esperti, bensì un "premio del pubblico". Alla fine della proiezione, ogni film viene giudicato dagli spettatori con un voto dall'uno al cinque siglato su un’apposita scheda di cartoncino.



Quest'anno le aspettative da parte di Frut1 sono state mantenute ed a vincere è stato un film coreano con una media di voti altessima: 4,60. Il film in questione è NO MERCY FOR THE RUDE, proiettato alle 9. 30 che Frut1, ancora nel mondo dei sogni, non ha potuto vedere: a causa delle feste del dopo festival che si protraevano sino alle 3.00 di mattina, prima delle 11. 00 il nostro non si svegliava. Con trame e pseudo recensioni ho finito, per cui se volete saperne di più sul film vincitore della nona edizione del Far East Film Festival andate qui.






Dal lontano oriente con ospitata
Numerosi gli ospiti presenti anche a queste esdizione del Far East:


regista Chen Daming e l'attore Li Yixiang per la premiere del film cinese One Foot Off The Ground




regista cinese Teng Huatao ha presentato il film più discusso del festival The Matrimony




Regista Imaoka Shinji e l'attore Yoshita Mutsuo alla premiere italiana del film Uncle's Paradiese,ovvero l'atteso pink-movie giapponese




Il regista eccentrico Oda Issei ha presentato con qualche scenetta umoristica il suo,assai strano,film: Arch Angels.In sala c'era la presenza delle Metalchicks,duo electro-metal giapponese che ha curato la colonna sonora del film



Regista Choi Dong-hoon e l'attesissima attrice koreana Kim Hye-soo, considerata una star nel suo paese,hanno presentato il film Tazza:The High Rollers




L'attrice Siraphan Wattanajinda insieme ad un gggiovane faristiano.L'attrice thailandese ha presentato il film horror:The Unseeable




Regista Joyce E. Bernal ha presentato l'esilarante quanto idiota versione di Austin Powers filippina: Agent X44




regista Yau Nai Hoi ha presentato il film thriller Hongkonghese: Eye In The Sky




Patrick Tam ha presentato numerose pellicole per una retrospettiva dedicata a lui e alla new wave hongkonghese

e molti altri...


Far East Film Festival Nights


Non solo film ragazzi, mica come quei pippaioli degli Schermi d’Amore di Verona. Ogni sera una festa, un dj set diverso e tanta gente che fino alle 3 di mattina se la godeva tra musica, pheeghe e alcolici. Tale assalto di pheega imperiale ha fatto impazzire Frut1 il quale, attaccato alla spina della birra, con la conclusione del festival si è trovato gonfio e in lista per un trapianto di fegato. Per i primi quattro giorni di festival le feste sono state organizzate in vari locali del centro di Udine mentre per il resto del festival le feste si sono spostate al teatro San Giorgio che ha permesso di richiamare numerosa gente e ottimi dj-set che hanno saputo scatenare i gggiovani on the dancefloor. Molti degli ospiti hanno partecipato alle folli notte del dopo festival intrattenendosi con noi gggiovani e sopportando Frut1 con il suo potente flash e la parlantina asfissiante.


Far East Night Party



























La serata del Martedì 24 ha visto in consolle Greg Wilson per una serata organizzata da QOOB.tv






La serata clou si è svolta il 26 che ha proposto un eccellente dj-set





La serata conclusiva ha visto sul palco il duo giapponese electro-metal: Metalchicks seguito da un discreto electro-rock dj-set




E con ciò si è conclusa la nona edizione del Far East Film Festival.

The End

Foto By Frut1

6 commenti:

Dr. McCoy ha detto...

Cazzo, dopo questo esaustivo report non potrò mancare alla prossima edizione. I film gialli mi piacciono, le pheega anche, e andare a vedere gli AVN Awards costa troppo.

butel2 ha detto...

Certo i gialli molto bene.. ma la parte più meritevole i pink movie ragazzi. ASSURDI!! Ero morto non respiravo più durante la proiezione di uncle paradise fui preda di soffocamento ilare..

Frut di Udin ha detto...

Butel2: ogni tanto ripenso alla scena in ufficio:
due butei si guardano mentre scrivono al computer.Improvvisamente uno dei due rimane scioccato vedendo l'amico ricoperto di macchie nere sul volto e sulle mani.Improvvisamennte quest'ultimo si alza e inizia a toccarsi la schiena e con fare sofferente dice:"oh che male,oh che male".Dopo di che si gira e sulla sua schiena,tra una macchia di sangue,c'è aggrappato un enorme ragno nero.Il butel non fa in tempo a fare due passi ripetendo "oh che male",che cade a terra e muore.

Le cose assurde sono:
a)ovviamente le scena in se
b)le macchie visivamente dipinte con un pennarello Osama UniPosca.Tutto molto trash.
c)un'enorme tarantola di gomma,come quelle che ti vendono nei negozi nei periodi di carnevale
d)In giappone,in inverno,in riva al mare,in una fabbrica che confeziona calamari,in un ufficio,che cazzo ci fà una tarantola gigante delle foreste amazzoniche?Surreale!

Che dire...film estremamente underground.

Dr.McCoy: Ti aspetto amico.

Upstream ha detto...

Frut ottimo reportage, davvero.

L'effetto collaterale è che la mia foia per le orientali ora sta toccando picchi preoccupanti.

Sublimerò con il vhs dell'impero dei sensi.

Frut di Udin ha detto...

Upstream: Caro Up,ti capisco.
Comunque l'impero dei sensi non mi convince come film.Io ti consiglio vivamente un erotico made in Hong Kong:SEX AND ZEN!
Un capolavoro!

Butel1 ha detto...

Maaaniasci!