18 maggio 2007

Giampaolo Beschin - Elezioni Comunali Verona

Giampaolo Beschin, Lega Nord, l'aperitivo e la movida

Succede che mercoledì 18 maggio verso le 19.00 stia per muovere in direzione casa. Che avevo gli appetiti, avevo. L'ennesimo allarme di stomaco è interrotto dall'eccitante vibrazione di questo sms:

"Vecchio, ore 19.30, Bar la Meridiana in Borgo Roma, c'è Beschin con Venturi e Tosi".

Quegli eventi di cui avevi sentito, di cui contestualmente ti sei scordato. Ricordo agli sprovveduti che i candidati di Lega Nord per queste elezioni comunali a Verona sono impegnati in una kermesse di spritz per tutti dall'originale titolo "Aperitivo con il candidato".
La triade virtuosa buffet + aperitivo + gratis mi seduce e decido di raggiungere il mio contatto in Borgo Roma. Un borgo che io ricordo sempre per due cose: 1) l'ex BRF o Borgo Roma Front, con tanto di sede principale sulle panche del parco a forma di "celtica vecchio", a due passi dalle sede di Rifondazione Comunista, da cui le astrali battaglie politiche e meno politiche; 2) la negritudine (e ora cinesitudine) in via Centro, uno dei primi storici melting pot di Verona.

Bar La Meridiana - Verona
Ore 19.30 in punto sono sul posto. Un saluto veloce all'amico, che subito parte. E già qui uno si chiede: "Cazzo m'aveva invitato a fare?".
Intanto i candidati, ovvero
-Giampaolo Beschin, candidato al Consiglio Comunale per Lega Nord
-Fabio Venturi, candidato in 5° Circoscrizione per Lega Nord
-Flavio Tosi, candidato Sindaco di Verona per Lega Nord
ancora non si vedono. Sono in ritardo e media res cresce l'attesa. Ormai spasmodica. Come no: presenti sì e no 20-25 persone intente a farsi i cazzi propri alla grande. Anch'io sono molto impaziente di scambiare due chiacchiere in serenità con loro: solo come un pampano, decido di fare il poseur, un'occhiata al locale e alla sua clientela dell'ora clou. C'è aria di restyling recente, La Meridiana sfoggia un'eleganza rustico-chic, mattoni rossi e travi a vista, ma bancone moderno e qualche rifinitura qua e la. Nulla di che, in effetti, ma c'è di peggio. La clientela è quanto di più avvicinabile al concetto di periferia estetica, il mio trashometro scalpita.

Salta fuori una tardona sui 35 che con eleganza asserisce: "Tosi le drio a veniar". "Ci elo?" aggiunge il signore alla mia destra. Decido che questo evento ha del potenziale sentenzioso, io certe cose le capto.
Ma andiamo avanti con lo screening de La Meridiana: una pheega manco a pagarla; anzi sì, una. Sta col Tony. Deve trattarsi del pirla che ha parcheggiato il Porsche di fronte al bar, in piena sezione stradale. Easy. Del resto la curva si trova ad appena un metro, Tony è uno che sa il fatto e sa fino a che punto può spingersi, uno come lui le regole se le mangia a colazione quindi le rutta/scorreggia nei suoi trendissimi jeans slavati e strappati. D&G. Telefona, ovviamente, con almeno due cellulari. Per singola mano.
Mi sento poco uomo con Tony a due passi e mi sposto verso il "lauto" buffet. C'è già un buffo signore che s'è infilato e si spara i primi assaggi. Se lo vede la barista... La barista: o è sposata con il proprietario o se la fa col proprietario, un clichet. Come peraltro la sua aria da "parona" della baracca e quel sorriso finto comprato in saldo. Ora che guardo bene, pure le cameriere sono dei mezzi cessi. Mentre mi sento sotto tortura inizio a chiedermi se valga la pena attendere 'sti candidati con i loro smiley d'ordinanza, le strette di mano vigorose e tante belle parole di senso affermativo per tutti.
Che poi inviterei ad una riflessione: questi eventi, per quanto mi riguarda, svolgono lo stesso ruolo dei giornali di partito o comunque dei giornali decisamente allineati; tali giornali non spostano MAI l'elettorato da la a qua o viceversa, semmai cementificano il proprio elettorato attivo e preesistente. Insomma, questi eventi politici aperti a tutti non farebbero altro che fidelizzare, in questo caso, i leghisti al proprio partito. Escludo a priori che con due cazzo di spritz e un po' di pastasciutta, uno che usualmente non vota Lega da oggi vota Lega Nord. Dai, non ci voglio credere.

Intanto mi offrono dello spumante. Domani voto Lega. I candidati ancora niente.

Arriva Fabio Venturi. Mi dicono che chi abita in Borgo Roma lo conosce bene, uno che sin da giovane organizzava un sacco di cose. Sorriso a 360° già in cantiere e strette vigorose con proprietari e conoscenti vari. Quindi si fionda sul buffet. In seguito non più pervenuto. Resta fuori a parlare cccoi bbbutei. Ogni tanto rientra per assicurare che c'è e per scambiare qualche chiacchiera, ma pare più un turista scazzato. Sarebbe curiosa una domanda dalle retrovie del tipo: ma non militavi convinto con A.N.? E poi?

Tutto ciò mentre si sparge una voce che rischia di rovinare il tutto: Tosi non verrà. Tosi è in un altro bar con Maroni. Nel senso che organizzano pure più buffet al giorno, sono malati. Tutto molto ilare, devo ammettere. Solo ora do una letta al manifesto dell'evento: il nome di Tosi nemmeno compare nell'annuncio, si è trattato di un'astuta macchinazione politica. Probabilmente nell'altro bar c'era un pò di figa, e quella se la beccano i papponi. Il lavoro sporco ai gregari, giustamente.

E Giampaolo Beschin?
A questo punto manca la star. E invece no. Il signore buffo di poco sopra, viene appellato da un avventore come Giampaolo Beschin. E' sempre stato lì, nessuno se l'è filato e lui ha mangiato come un lurido.
Due parole sul buffet: non ho osato assaggiare, una roba da veri pezzenti. Pasta fredda in bianco con qualche sfilaccio, ma erano presentati come caccole ricoperte di peli di cane; mille stronzate sempre fredde, tra sottaceti, patate speziate, una specie di insalata russa, caprese con olio per un anno, tacos con sughetto ultra piccante, il tutto pensato con l'unico obiettivo di far bere, bere, bere. C'era sta stronzata di piatto probabilmente di una qualche cucina tirolese o bavarese che avrebbe stimolato la sete ad un pachiderma. Se le bevande erano offerte, che senso aveva tutto ciò?
Due parole sullo svolgimento: ripeto, nei quindici-venti minuti durante i quali ho assistito, nessuno, fatti salvi gli amici e i conoscenti di Beschin, si è minimamente interessato del candidato. Tutti (i soliti 20-25) mangiano e bevono come maiali, quindi se la filano appena possibile. Ottima operazione di PR, insomma. Candidato il quale, come anticipato prima, sta invitando al voto un proprio amico, giusto per avere la certezza.
Due parole sul look di Beschin: ricordo che i Butei sono effettivamente dei dannati frontmen del look e questo, talvolta, è stato anche un blog di stile (haaa, bella questa). Beschin indossa un abito scuro non stirato di due taglie più grandi, scarpaccia nera antinforunistica, camicia rossa fuori dai pantaloni, maglietta nera a vista collo, ed è decisamente spelacchiato. Portava l'aria di chi aveva appena guzzato, o s'era da poco svegliato dopo una sbronza micidiale la sera precedente. Impresentabile anche ad una seduta di anonimi alcolisti che ci sono ricaduti.
giampaolo beschin lega nord
Se pensate che sia vestito da paron, col macchinon
e la scarpa maron, non l'avete visto al proprio meglio

Due parole sulle parole di Beschin: l'ho sentito parlare di telecamere, ZTL e parcheggi liberi (specie in zona universitaria) per tutto il tempo. Se guardiamo il sito Beschin.net, si tratta in effetti del primo punto del programma. Lui lo diceva con convinzione e professionalità; questione di vita o di morte, discrezionare al meglio gli orari della ZTL. Altre perle sempre sul sito.
A questo punto abbandono, questo evento è sopravvissuto alla propria utilità.

"Questo viso non mi è nuovo"
Come direbbe Totò. Sì, sì, io sto Beschin l'ho già visto qualche anno fa... dove, dove?
Ci sono. Giampaolo Beschin è proprietario/socio/barista del Campus, il bar in zona universitaria mecca del divertimento giovane. Di serie B. In verità il Campus è IL locale erasmus per eccellenza, un concentrato di cessi ambulanti. A questo punto "dai giri" arrivano le solite info di venticinquesima mano, ad esempio che sarebbe un mammone di prima, ecc., ma tralasciamo.
E' stato direttore di Trenta, mensile gratuito che segnalava i migliori (giuro: i peggiori) locali ed eventi a Verona. Ha fatto anche altro: "ho organizzato numerosi CONCERTI e FESTE nel cortile della mensa universitaria". Eventi sicuramente memorabili. E' presidente di Pro-Loco Verona e portavoce di Vivi Gratis Veronetta: si battono per i parcheggi a pagamento in Veronetta. Ah, è poi è editore del fruitissimo portale Verona.net, uno spottone pro-Campus costante, com'è logico che sia.
Ma solo io mi sono fatto due conti del tipo: se ha il locale in Veronetta, e vuole rendere gratis i parcheggi in Veronetta --> si candida per i propri interessi imprenditoriali. Chiamasi lobby.

Perche non votare Beschin: beh, se non vi bastano i motivi sopraccitati, ricordo sempre che sui suoi volantini ci trovate scritto "Gratis per te, una Verona migliore", tipico slogan da anni '50 della politica.
Perchè ci saranno persone, butei che voteranno per Giampaolo Beschin: certe sue affermazioni, che in primis potremmo liquidare come goffe e deboli, nascondono un potenziale trash non indifferente. Se per voi la politica è divertimento allo stato puro, non potete non tenere conto di questo: "Voglio portare in Consiglio Comunale anche una voce diversa, quella di chi ama la notte e la musica, i locali, gli spritz, la movida ed il sano divertimento"

Giampolo Beschin, gli spritz, la movida ed il sano divertimento. Magari quello del Campus. A posto.

28 commenti:

Anonimo ha detto...

Ho riso molto per il tuo post...ripensandoci due volte invece mi è venuto da piangere!!Ma dobbiamo veramente mettere verona nelle mani di sta gente?da ex-borgoromana ricordo perfettamente venturi a 18 anni che girava -fiero della sua nomea di gran trombatore- per il borgo cn su la maglia "Son figo,son bello,son fotomodello"..forse eran qste le cose in cui si impegnava da ggiovane??Ora:il fatto che a dieci anni di distanza le cose non siano cambiate nemmeno di una virgola (eccezzion fatta per la sua pancia)non mi avrebbe minimamente turbato se non fosse che me lo ritrovo candidato per qlcosa che non gli valga il titolo di "Le Monsieur Gran Cojòn"

Butel Info ha detto...

Butei, questo articolo è vero come el vero de la me machina in doe sa smaltà un cicion col motorin,
ovvero..tragicamente vero. Giorni fa mi imbatto (i.e., me lo hanno posto sul parabrezza) nel volantino di Beschin, con la meravigliosamente tamarra felpa VERONA e la sua faccia da coma etilico scampato...appena leggo il suo "slogan", alla parola SPRITZ mi siete subito venuti in mente voi, e per giorni ho atteso questo articolo. Grazie. Come sempre grazie mille.

Gp Beschin ha detto...

Ciao Sentenziosi, sono Beschin. Posso scroccare un altro pò di pubblicità gratuita per la campagna spritz-elettorale? Giovedi 24 solito APERITIVO CON IL CANDIDATO, questa volta al CAMPUS (accetto suggerimenti per migliorare il buffet, ma okkio al budget che inizia a scarseggiare) e venerdi 25 insisto con una festa alla SCALA.
Sorry che abbiate toppato sulla presenza del candidato sindaco alla Meridiana, che non era in programma. Se mi contattavate Vi dicevo che mercoledi sarebbe passato in un altro locale per un gin-lemon (non si vive di soli spritz).
Repliche sulle vostre critiche? Nessuna, anzi...

Anonimo ha detto...

beschin...ma va in leto va..

be-skinlover ha detto...

oh my god!!! Be skin was here and now I' m all ahhh mh ahh I can't resist.. I want him..

Butel1 ha detto...

GpBeschin: figurati, comprendiamo bene l'importanza di qualunque tipo di pubblicità (immagino tu sia abbastanza accorto da comprendere che "ogni pubblicità è buona pubblicità" - A.Warhol).

In effetti questo e lo scorso aperitivo alla Voglia non sono stati particolarmente significativi (l'aperitivo di per sè ha contenuto?), sicchè ho il sentore che "l'Evento" al Campus saprebbe regalarci nuove svolte apocalittiche. Ma con questo aperitivo siamo già a due e da noi c'è sempre due senza tre.

Do ora voce ad alcuni miei consigli:
-il buffet, più piatti caldi e non speziati: l'aperitivo milanese ha migrato benissimo a Torino, si può fare altrettanto a Verona (esclusivamente) nel caso di simili "happenings";
-non si vive di soli spritz: certo. Nemmeno di sole bollicine. Comprendiamo che sbronzare i convenuti possa tornarvi utile, ma offrete la scelta salutista rappresentata da spremute, shakes, ecc.
-è il momento di investire nella propria immagine (ma notavo che la cosa affligge tutto il tuo partito, vacca boia): se cerchi, troverai diversi consulenti d'immagine che con quattro soldi ti danno la sistemata gggiovane e bbbriosa per le tue comparse in pubblico. Diventerai un uomo da salotto pubblico, le telecamere di TeleArena sapranno corteggiarti. E un giorno potrai dire che "Anche la figa vota Beschin". O magari no, ma avrai fatto un nobile tentativo.

Saluti. E pacche.

GpBESCHIN ha detto...

Thanks per il consiglio dei piatti caldi, vedo quello che si può fare (considerate xò che il Campus è solo un bar, non un ristorante).
Ok per le bibite salutiste, ma non aspettatevi "svolte apok" dal terzo appuntamento con l'aperitivo, saranno solo ...chiacchere da bar.

Per quanto riguarda il consulente d'immagine e la sistemata "gggiovane e bbbriosa" credo che nulla mi possa fregare di meno; dipendesse da me vestirei sempre in jeans e giacca nera, camicia rossa fuori dai pantaloni e scarponcini (sin da bocia odiavo le clarks xchè non potevo mai saltare fisso nelle poce).

Quando parli del mio partito posso sapere a quale ti riferisci? Ovviamente hai visto che nella LISTA CIVICA TOSI SINDACO c'è un pò di tutto (me compreso) fuorchè gente della LEGA NORD: ex FI e AN, nuovo PSI e DS, rappresentanti della c.d. "società civile" e illustri sconosciuti. Questi ultimi sono quelli che si fanno un mazzo tanto ma che, siccome non hanno la minima idea di come si realizza una vera campagna elettorale e neppure una struttura alle spalle, buttano un pò di soldi alla cazzo e poi si beccano una ventina di preferenze da amici e parenti, facendo anche una gran magra figura ...ecco, diciamo che io faccio parte del loro partito.

Ci vediamo giovedì 24 maggio al CAMPUS per l'APERITIVO CON IL CANDIDATO - ATTO 3°
...perchè in fondo, come diceva il Grande Gobbo "che se ne parli bene o se ne parli male, l’importante è che se ne parli"

GpBESCHIN - www.beschin.net

Anonimo ha detto...

wtf?

Anonimo ha detto...

Plaudo a Butel1 per il glorioso ricordo del BRF, semplicemente pelle d'oca. Immagino che Be-Skin sia solo un finanziatore della campagna tosiana, del resto votare lui è come dare un voto al vuoto: 0. Detto a questo spero che i miei impegni mi permettano di giungere all'aperitivo atto 3°(purchè non sia come Amici Miei atto 3°) sano e salvo, incolume tra le vasche incasinate di questa campagna elettorale.
C18

Butel1 ha detto...

GpBeschin: spottoni sempre benvenuti. Alcune riflessioni in risposta:
-personalmente non ho mai capito perchè le Clarks vedano ancora riconosciuto uno status d'elite tra le scelte vestiarie dell'uomo medio; anti-immagine;
-sì nella lista civica (non partito) di Tosi c'è, come sempre in questi casi, un pò di tutto (tra gli ex AN ci possiamo mettere Venturi, no?), ma non sarebbe corretto verso il tuo capo lista rifiutare in toto l'appellativo partitico che ti ho affibiato: ti sei infilato nella lista di un (eventuale) futuro sindaco leghista, e dovrai accettare i compromessi di tale scelta politica. Anzi, li hai già accettati naturalmente: ti metti in una lista civica perchè vuoi cambiare la tua città (o togliere i parcheggi a pagamento dalle parti del tuo locale - detto da chi ha tutt'oggi un "abbonamento mensile" di circa 100 € in zona universitaria), a questo punto ti deve andare bene che il tuo "boss" sia un leghista e che tu rischi di essere identificato a tal stregua. Compromessi della politica, che stanno poi alla base dell'astensionismo: ti piace Beschin? Devi prenderti pure Tosi. E uno ci pensa anche due volte. Ti piace Tosi? Ti becchi Maroni e Bossi, per dire. E uno ci pensa anche tre volte.
-che è sta svolta populista: "quelli che si fanno un mazzo tanto"? Il "partito della brava gente che lavora"? Ma ancora atticchiscono questi spot elettorali? Forse sì. Gli altri dicono di non farsi un mazzo tanto? E poi, sei seriamente convinto che nella tua civica ci sia gente che veramente e costantemente si fa e farà un mazzo tanto?
L'aveva detto butel2, che in questo periodo storico un rinato partito de L'Uomo Qualunque avrebbe un bacino elettorale niente male.

Personalmente:
1- non ho mai dato credito al politico che dice e annuncia di sbattersi; mi fido molto più di chi dice che farà sbattere gli altri, poichè plausibilissimo: ma trovare chi abbia il coraggio di dire che il re è nudo, è quanto di più lontano dalla verità. Ergo, perdonami, ma non posso crederti: il pericolo che tu veda la poltrona come un punto di arrivo anzichè quale punto di partenza, è già dietro l'angolo.
2- sii d'accordo con me e trova anche tu idiota che nel 2007 la politica si debba ancora interessare di ideologie e idee partitiche e relativi compromessi da magna magna (PSI, DS, FI, Lega... "4 etti e lasc'?"): la politica è scienza dell'amministrazione, stop;
3- in fondo ritengo che la nobile ars politica in Italia, anzitutto a livello locale, ci sappia sempre regalare momenti di intenso riso, a volte velato a volte misantropico: è assurda, non sense, dada.
4- non voterò Beschin/Tosi non perchè abbia qualcosa contro i rispettivi personaggi, ma il programma è fallace (e secondo me pure mendace) sotto diversi aspetti. E così, e torniamo ai paradossali compromessi di cui sopra, mi potreste costringere a rivotare Zanotto: cosa che fino a 6 mesi fa, ritenevo matematicamente impossibile.
5-peraltro porto meco sempre un ricordo molto deludente di Tosi, anche lui OVVIAMENTE uno che scende tra la gente: venne anni e anni fa al mio liceo a sparare quattro stronzate e alla domanda di un diciasettenne del tipo "Ok amico, tu la vedi così, e i fatti come li dimostri o dimostrerai?" sì incartò tra un beh e un mah e venne incalzato dal moderatore (un docente) senza fornirci risposta. Ecco, me lo vedrò sempre così Tosi: ancora li sul palco a cercare di paventare qualcosa che non riusciva a dimostrare.

Detto ciò, ti auguro un buon proseguo di campagna elettorale e continua a seguirci: ovviamente se finisci in consiglio (cosa possibile in fondo), diventerai i nostro miglior amico, più che politica-compromessi, noi siamo dei grandissimi paraculo sulla barca dei vincitori. Se vi serve qualche consulente da buttare qua e la a palazzo su questioni giovanili, siamo qui.

Tra l'altro, come sta messo Tosi con i sondaggi? Non seguo da un po'.

Butel1 ha detto...

Ah, io non voterò Zanotto s'intende.
Io voterò o il nostro candidato o non voterò. Anzi, non voterò. Nè voterò mai più. E così, quello ai radicali sarà stato il mio ultimo voto pubblico.
Ognuno ha le sue...

Anonimo ha detto...

Grazie Butel1 per la tua infinita quanto infima saggezza dell'orbace politica veronese. Dove il nero si tinge di verde assumendo quella colorazione neroverde cromaticamente indefinibile tipo vomito di toporagno. La Lega ha tratto nella sua lista personaggi discutibili, oltre ai leghisti stessi, determinando questo colorificio politico da bottega all'angolo. Sul fatto poi che la politica sia scienza dell'amministrazione siamo assolutamente in disaccordo. Trattasi di una chiara visione positivistica, stile manuale universitario di prof. bolognese, ridondante ed accademico come solo l'inutile sa essere. Ma quale scienza? Se fosse una scienza sarebbe razionale, la politica invece è quanto di più stupido/gretto/falso/irrazionale/irriguardoso possa esistere sulla faccia della terra. La gente si compra per un paio di aperitivi, tutti pensano di aver vinto tutto anche se sconfitti. Ma quelli che pensano di aver vinto più degli altri sono proprio gli elettori, i quali, maldestramente, credono di poter affermare un loro diritto costituzionale. Niente di più sciocco, in realtà si faranno inchiappettare per i prossimi 5 anni, da "scienziati" politici, tra i quali il più colto parrebbe essere forse Tosi. Deduciamo, come conseguenza, il grado di preparazione degli altri.(Be-Skin è laureato in economia e "gestisce" un bar...). La verità è solo che le elezioni sono una gran giostra ed è giusto prenderle per come sono. In cinque anni i partiti hanno fatto 1/10 dei banchetti tenuti nella scorsa settimana. Gli abusivi sono sempre stati a vendere le borse e solo ora Zanotto ha deciso di mostrare il suo sceriffesco pugno di ferro, stile Gentilini-Clerico-Western. Tosi farà la stessa cosa non ne dubito, la gente come Be-Skin farà di peggio, e tra 5 anni saremo ancora qui, tra spritz, abusi&abusivi, a guardare gli "archi imbronciati dell'Arena". Plaudo ai ragazzi di FN perchè senza alcun tipo di rappresentanza ogni sabato hanno presidiato e dimostrato di essere presenti sul territorio. Banchetti, affissioni, volantini, cortei, scioperi, ambaradan, robe... Ognuno ha potuto riconoscerli nelle sue passeggiate amoreggianti tra una vetrina di Gucci e uno spritz piazza erbesco. Senza soldi, ma con la buona volontà, quella che mi dà il senso della coerenza, dell'adesione sostanziale ad un progetto politico in grado di svincolare il momento elettorale dal senso di essere azione per "fare bene". Saluto tutti i partiti, Tosi, Zanotto e compagnia cantante, ci rivedremo tra 5 anni(sperando che non mi porti via questa orrenda cirrosi...). Saluto anche i ragazzi di Fn, dicendo, bel prefisso telefonico alle elezioni, ci vediamo sabato prossimo...
C18 - BRF

Butel1 ha detto...

C18: mordace come l'esplosivo appunto.
Ad ogni modo senti qua:
-che la politica sia scienza dell'amministrazione è APPUNTO una visione accademica degli studi di questa disciplina, anche se bisognerebbe parlarne con chi insegna o studia scienze politiche, sinceramente non è il mio campo. Base peraltro, non sono d'accordo con te, validissima sulla carta e ampiamente adotatta da decenni nel mondo germanico (dove "le cose" vanno decisamente meglio) dalla selezione dei rappresentanti sino ai metodi di gestione. Valida sulla carta, e praticamente mai applicata da noi perchè a qualsiasi livello (da un consiglio comunale al parlamento nazionale) sono quattro gatti che ne sono consci; e se ne sono consci, fanno gli gnorri. O questa è la mia impressione.
-nel mio caso non si tratta tanto del principio di amministrazione aziendale (lungi da me), quanto del principio che possa portare alla morte l'ideologia. Io sono un uomo ultra-contemporaneo e a me non interessa alcuna ideologia, nè potrebbe mai interessare. Che lo stato sia una macro azienda o che non lo sia (sinceramente non credo sia solamente e propriamente un'azienda in senso classico - magari in termini post capitalistici sì, quale comunità), l'attore pubblico va amministrato (ovvero auto-amministrato o meta-amministrato) a dovere, anche con il rigore della scienza, dell'analisi, della ragione, dell'utile pubblico. Nel funzionamento della macchina politica ben venga dar voce alla ragion pubblica, tramite una comunicazione che (utopicamente) dovrebbe essere bilaterale istituzione-cittadino. Del la politica deve essere funzionale. Ma una politica di stampo kantiano, si intende, non esiste e a mio avviso le rappresentanze politiche che ci portiamo dietro non sapranno mai dare sviluppo a simili questioni, in quanto nate esse stesse atrofizzate.
-tra le varie ideologie e rappresentanze politiche, mai oserei avvicinarmi è quella di Forza Nuova. Senza particolari discriminazioni: non oserei avvicinarmi al 99% delle rappresentanze politiche italiane. Inoltre la questione dell'impegno tra la gente, come detto in precedenza, a me non piace: magari un partito che non rompesse i coglioni.

In attesa di una eventuale puntualizzazione di Beschin, per me la breve cornice politica di Sentenziosi finisce qua: questi excursus ci interessano SOLTANTO laddove ci sia da ridere o schernire.

Adesso non dite "Sempre!", per favore...

Butel Info ha detto...

Come vi ho già detto, io purtoppo non potrò votare, perchè vivo in provincia. Però, sapete, io trascorro il 70% della mia giornata in città, per lavoro o per spritz (ormai è questo l'unico movente dei ggiovani veronesi)..per questo mi sta a cuore il futuro di Verona (uhm..qui sembro un politico di serie C). So chi voterei, sebbene il suo partito ed i partiti a lui affiliati siano qualcosa di impensabile da accettare razionalmente. Ma in fondo el me par un brao butel che crede davvero in quello che fa. Io spero e credo il lui.

Butel1 ha detto...

Butel Info: stai parlando di Lauretta, lo so.

C18: circa un paio d'ore dopo il mio ultimo commento (trasmesso seduta stante a tutte le più importanti agenzie stampa mondiali con il titolo: "L'uomo folle urla che l'ideologia è morta!") anche Filippo Facci ribadisce l'indefinibilità dell'attuale scenario politico e l'idiozia delle ideologie.

Anonimo ha detto...

Grazie Butel1, Macchianera ODIA a buso. ODIA i sinistri, i destri, gli ambivalenti, i talentuosi, gli spodestati, i diseredati, i suffissi, gli infissi, i grassi, i magri, i medi, le svanghe, le squinzie, la fika, il caccio, il calcio, la montagna, il pioppo, il legno, le vongole a motore, la menzogna, il dire vero per falso, in ultima analisi ODIA molterrimo.

Anonimo ha detto...

P.S. Quello sopra parrebbe essere sempre C18, fifty fifty come fosse di Dragon Ballz...

Butel1 ha detto...

Come sempre, tutti benvenuti qua. O anche no. A proposito di 50/50

Mark Lenders ha detto...

On. Beschin mi permetta di correggerla: se mi AVESTE contattato vi AVREI detto ... (sic)

Butel1 ha detto...

Oggi l'ho visto gonfiare i palloncini della sua lista in centro e consegnarli a bambini e gggiovani, vari.
This is marketing. Maybe.

butel2 ha detto...

Una volta tanto Butel2 vuole scagliare una lancia a favore di.
In un precedente post si parla di autoironia, a causa del solito anonimo che non ha capito un cazzo del blog (strano).
In questo caso vorrei spezzare una lancia a favore dell'ultimo arrivato su questo blog Be- Skin (ormai un brand) che con notevole autoironia e nessuna malizia ha saputo sfruttare a suo vantaggio le pagine di questo blog.
Piccolo plauso! Ora lavoriamo sulle cravatte.

Cavaliere Mascarato ha detto...

«Qualcuno ha detto che Tosi ha delle ruvidità. Ebbene, io dico che è rozzo, ma efficacissimo. E che da Verona partirà la riscossa per vincere le prossime elezioni»

Butel1 ha detto...

Son cose.

Cesco ha detto...

Che tristezza... si pontifica e si sentenzia tanto e poi basta che si presenti il potente (??? ahaha) di turno per eccitarsi, rettificare le risposte, aggiustare il tiro e fare un po di agenzia di (auto) collocamento... speriam di non trovarci mai nelle mani di sti soloni dei blog... il problema è che i lecchini trucchi da vecchi politicanti mi sembra che già li conoscete... e così già possiamo intuire quali saranno i Beschin del 2015!

Butel1 ha detto...

Cesco: potrei smentirti e spiegarmi e dire che si scherzava che di Beschin e dei potenti ci grattiamo il culo, anche senza spritz. Ma per quale motivo?
Questo è un blog apolitico e soprattutto un blog di paraculi. E 'sti quattro soloni dei blog non l'hanno mai negato.
Ergo, il tuo commento cade nel vuoto pneumatico.
Adieu.

Anonimo ha detto...

candidato lega gigi pisa il migliore!!

GpBeschin ha detto...

Beati monoculi in terra caecorum

GpBeschin (C.C.VR)

Anonimo ha detto...

ha trovato la strada giusta per entrare in consiglio, poi è passato all'udc scordandosi di essere stato anni fa nelle giovanili socialiste
non solo
utilizza, impropriamente, il logo proloco nel suo sito, dimenticandosi di esserne stato presidente e dimessosi entrando in comune
che bei consiglieri