09 maggio 2007

Elezioni Verona

Elezioni a Verona: time to spot

Aggiornamento
Ci comunicano che Flavio Tosi, dopo questo primo esperimento, replicherà con un secondo aperitivo la settimana prossima al Bar La Meridiana, in Borgo Roma. Non pago di ciò, replicherà oltre e oltre, avviandosi in una lunga kermesse che lo vedrà impegnato in aperitivi fino al termine della campagna elettorale delle elezioni amministrative 2007 per il comune di Verona.
Aggiornamento/2
Votare Tosi non serve. E' un cattivo candidato? No, ma sarà inutile: si farà uccidere prima dai bbbutei a suon di spritz e pacche.

Breve analisi fenomenologica della comunicazione elettorale veronese
Passato il tempo dei balletti e serrati i ranghi, ora anzichè venti abbiamo appena dieci candidati alle elezioni politiche 2007 per il comune di Verona. Passo numero due: le campagne elettorali.
In effetti le campagne elettorali dei candidati si stanno consumando senza particolari colpi di scena, salvo forse un paio:
-lo spottone collettivo Urban Zoo + annessa Notte Bianca di Paolo Zanotto, amato sindaco in carica, l'Ulivo: risultato piuttosto mediocre. Puoi fare di meglio Paolo. Siamo in attesa del party della gnocca totale.
-gli spot televisivi sulle emittenti locali di Flavio Tosi, Lega Nord, in corsa con la Casa delle Libertà: decisamente spassosi, anche se credo abbiano già cassato la prima serie, la cui visione è stata riservata al fortunato sottoscritto.
Sinossi: si inquadra una serie di sedicenti immigrati, qualcuno sospetta siano rom; ora si vede un uomo di colore, ora un quartiere in degrado; forse un drogato, non si capisce; il focus è sempre più puntato sulla decadenza alla quale va incontro la città di Verona, ci sono degli spauracchi di illegalità in giro. A questo punto è chiaro a tutti che si tratta di un film di fantascienza, tant'è che le immagini altro non sono che le scene tagliate di Blade Runner e Impostor. Contestualmente martella la retorica leghista: "Guarda sa ali fato sti qua del'aministrassion, i ga dado la cità ai negri, dia lo c..!". Nomination come miglior film straniero al Bioskà.
A loro modo, momenti che regalano sempre del riso.

Oddio, tutta la comunicazione politica italiana deve farne di strada, ma se qualcuno avanza (mi ricordo la campagna di Rifondazione per le nazionali), qua siamo su strumenti e toni ancora medievali. Il digitale sta guadagnando qualcosa, ma nulla di che: i siti internet dei candidati (quelli che hanno un sito internet!) sono decisamente improvvisati e mal indicizzati. C'è Zanotto che sta facendo qualcosa con Google, ma a parte questa piccola luce nel tunnel, il nulla.
Per il resto: volantini, volantini, tanti volantini.

Incontra Flavio Tosi, che ti spara lui un paio di ragionamenti su 'ste elezioni a Verona
E arriva l'evento stereotipato. Nello specifico, la campagna di Flavio Tosi è in parte curata da un ex consigliere di ciroscrizione, mi pare della quinta, mi pare un butel che nella vita fa il barista. A proposito di risate. E cosa poteva mai inventarsi questo genio della comunicazione, se fai il barista e sei di Verona? Leggasi questo:

elezioni a verona

Un aperitivo. UN APERITIVO. Ma vavangulo!
Aperitivo con Flavio Tosi, giovedì 10 maggio 2007 - Bar La Voglia, lungadige Porta Vittoria 27. Con lui, Giampaolo Beschin (candidato per il consiglio comunale), quello che i volantini li fa gialloblu e ci scrive sopra stronzate tipo: "Gratis per te una Verona diversa", calcando pesantemente la mano in Veronetta all'urlo di unico punto programmatico: basta con le multe. Zio scan.

Plausibile svolgimento
Già me li vedo, i butei dell'università e della biblioteca Frinzi (l'incubatrice congeniale per il tipo di elettori di Tosi) che alle 18.40 in punto si consultano:
ButelX, in piedi fuori dalla Frinzi da 2 ore: "Veeeeeecio, aperitivo?"
ButelY, in piedi fuori dalla Frinzi dalle 11.30, cioè da quando è arrivato: "Non so veeeecio, cioè devo studiare un pò..."
ButelX: "Sì ma paga Tosi veeeecio"
ButelY: "Aperitivo pericolosissimo veeeecio!"
Ore 18.45, Bar la Voglia: tra una pacca e uno spritz, i butei si troveranno con Tosi a parlare di figa, di ZTL che "cioè vecio non posso neanche più parcheggiare di fronte al Malta", di multe che "dai vecio ti voto alle elezioni a Verona ma basta darme multe se non rispetto il codice". Tosi non si negherà mai alle promesse sulle cose veramente importanti, il tutto non prima di aver comprato il voto dei butei con "l'ultimo giro buteiii".
Attenzione: la scena sarà ispirata a fatti drammaticamente veri.

Considerazioni personali
-sapere che Flavio Tosi viene a fare un aperitivo in università a sottolineare che Flavio Tosi è un vero gggiovane, è esilarante
-sapere che ci potrebbe davvero essere gente che vota Flavio Tosi perchè Flavio Tosi paga gli aperitivi ai butei (sempre che li paghi), è dannatamente esilarante. Non scherzo, conosco almeno una decina di coglioni di siffatta guisa
-sapere che gli spritz li potrebbe preparare il coordinatore della campagna elettorale di Flavio Tosi, è altrettanto esilarante
-sapere che Flavio Tosi è l'uomo che costringerà i molti a rivotare Paolo Zanotto, è forse più esilarante di ogni altra cosa: nel senso, Zanotto era dato per spacciato, era riuscito a tirarsi dietro addirittura le lamentele delle nonne. Candidare un leghista, vacca boia, lo rimette decisamente in corsa, nonostante i recenti sondaggi non proprio generosi. Viene nostalgia di PNE, anche loro schierano un candidato naturalmente.

Le elezioni a Verona per Sentenziosi
Ovviamente noi votiamo dove spira il vento, questo è evidente. Ergo nessuno dei candidati più blasonati. Sappiamo noi chi votare. Lasciatemi dire che i media stanno completamente trascurando due candidati sui quali vale la pena puntare, se rientri nel cluster "24-30 - cazzone - fruitore di eventi":

1) IL candidato pop-dada-surreale per eccellenza, un uomo da Cabaret Voltairre, lui e il suo entourage tutto. Fabio Testi. Una di quelle notizie che quando le leggi, un mese e mezzo fa, capisci che Lupin aveva ragione: la parola impossibile non esiste. A questo punto crediamo che non si possa lasciare morire nel silenzio la sua candidatura: alle nostre spalle questi si divertono come dei matti, con limousine, pianobar, bottiglie di Cristal e Don Perignon e mignottazze da salotto politico. E ovviamente Smaila e/o Calà, in segno di conterranea amicizia, a cantare per "...brindare ad un incontro" e "briscittè - bardò - bardò". Peccato per quel suo difettuccio, quella leggera democristianità.

2) Il candidato misterioso di Sentenziosi alle elezioni politiche a Verona.
Presto aggiornamenti.

14 commenti:

Anonimo ha detto...

Lo stanno prendendo tutti per il culo ma Fabio Testi il seggio se lo prende, figurati

frugulla ha detto...

Aspetto il candidato di sentenziosi, una mezza idea ce la ho, sarà quella giusta?

WlaSerenissimaZioskan ha detto...

Sì alla polenta no al cus cus

Più ostarie meno mecdonal

Emanuel ha detto...

In tema di sprizt: avete letto l'ultimo post di gianfalco su veronablog?

Urge l'apologia del sprizt! SUBITO!

Butel Info ha detto...

Butel 1, rinnovo il mio sentimento di Amore nei tuoi confronti, e rodo all'idea di non poter votare il torello Fabio Testi in quanto mi ritrovo per fortuite coincidenze astrali, a vivere a Villafranca da che son nato.

Butel Saval ha detto...

Fabio Testi sindaco...più figa e dizione per tutti..oh yeah
Butel1,ogni tanto leva la polvere dall' e-mail di sentenziosi...ne ho spedita una ma giace ancora senza risposta

Anonimo ha detto...

La campagna dello zanotto è improponibile ("Verona più viva": ma và in mona valà...) condivido quanto avete scritto sul populismo da baretto del tosi e sull'esimio testi avanguardista dada, ma "Rifondazione che fa comunicazione politica che avanza"?!? spero fosse sarcasmo, nel qual caso potrei sorridere. altrimenti mi metto le mani nei capelli: da che mondo è mondo vedere un comunista che fa qualcosa "che avanza" è un ossimoro.
avete dimenticato il travesta lauretta e la sua Verona che può cambiare, una delle robe più ridicolmente trash mai viste.
Al di là di tutto, vi faccio i complimenti per la trasmissione (come dicono in tivvù)

Marco

peppe ha detto...

Ma quando sono finite le elezioni con questi furgoni che ci fanno sti leghisti, li riempiono di extracomunitari e li portano via ???

ah ah
..son prorpio ridicoli, e pensano che tutto sia un gioco al potere :)

Butel1 ha detto...

Anonimo: e che scherzi, è certo che un cazzo di seggio lo prenda. Non si nega a nessuno.

Frugulla: è difficile indovinare, secondo noi.

Wlaserenissimazioskan: uniti nella polenta e baccalà.

Emanuel: vediamo che si può fare, grazie per segnalatio

Butel Info: certe uscite di quell'uomo sono adorabili in effetti, come non amarlo? La cosa delle feste con sbronze è tutta vera

Butel Saval: vo' a leggere.

Anonimo: certo che era sarcastica la mia uscita; eppure un minimo, risicatissimo margine di verità c'era: il che ti fa capire a che punto siamo...

Peppe: già, sei fai caso quei furgoni non sono dotati di chiusura centralizzata bensì di luchetti. Mh.

Anonimo ha detto...

Io c'ero all'aperitivo con Tosi e mi è piaciuto molto ...ma sono un po' di parte. Gp Beschin

Flavio Tosi ha detto...

Uè Besca, grrrande quell'ape coi butei. Da riproporre subito veeecio.
Però c'era sto egiziano che me piasea mia...

frugulla ha detto...

flavio flavio fa na cosa
va a vicenza e scopate na tosa
va a vicenza e fatti gatto
va a vicenza e finisci testè nel piatto

nico ha detto...

Butei urgenza!!!!
Non centra una mazza con le elezioni ma è un'urgenza! Vi ho mandato una mail: leggete e risponete, il tempo stringe!!!

Butel1 ha detto...

Si corre Nico, si corre!