03 dicembre 2006

Another weekend in Erbe square & nearbies

Appena i piani per il weekend (venerdì e sabato si doveva mollare Verona) erano saltati, sapevo si sarebbe trascorso un'altra coppia di serate in Piazza e dalle parti di essa.
E così è stato. Nulla di nuovo.

Aggiungo tuttavia alcune rapide impressioni:
-in beffa all'inverno ch'è ormai prossimo ai suoi acumi, tal'è che la temperatura ti gela le mani, gli avventori della Piazza continuano imperterriti a spritzare from 8 pm to 2 am. E questo è buono, non mi pare consono far morire la Piazza per un semplice cambio di termometro;

-l'havana cola e il cuba libre dell'Osteria Verona sono gradevoli quanto un fendente di spada ad altezza dello stomaco;

-si aggiungano il negroni (semper terribilis) e la combo gin-martini (il cocktail bevuto nella factory di Andy Warhol, per intenderci);

-ormai è defintivo: il venerdì è LA serata a Verona, sospetto ci sia gente che da Londra prende il Low Cost con destinazione Aeroporto Catullo per presenziare nella nostra Piazza; il sabato è la serata scopofila (le coppie del venerdì non si vedono più) o dell'aperitivo lungo + cena tra amici: praticamente non v'è pizzeria-ristorante-trattoria che non sia piena, giacchè è risaputo bene che gli aperitivi veronesi non abbondano per quantità di cibo profferto (du patatine e un par de nocioline del casso);

-l'aperitivo lungo si chiama così perchè, d'inverno, la mano terrà lungamente stretta a sè l'aperitivo, poichè congelata e incapace di staccarsi dal bicchiere stesso;

-il Cafè Porta Nuova, come il 95% dei locali veronesi, chiude i battenti alle 2.00. Tuttavia, si è invitati a levarsi dai maroni già all'1.45, chè a quell'ora esatta scende la pericolosa serranda. Ho visto i più fortunati uscire a mo di limbo, gli altri sono stati ghigliottinati per la causa;

-in Veronetta, dalle parti dell'Università, è sorto un nuovo locale finto-stylish e pseudo-minimal, il cui arredo non aggiunge nulla di nuovo a quanto già detto da Via Roma 33 o Square. Per l'esattezza, hanno rilevato e ristrutturato l'Harp Pub. Passaggio davanti in gran velocità: vetrata continua che mette a nudo gli avventori all'interno, i quali in effetti mi sono sembrati per la maggior parte rasati, rasatissimi, skin. Bisognerebbe capire se sia un caso. Dall'esterno direi che si tratta del solito locale "distrutto e rifatto, prometto fighetto", ma sembra carino dai. Questa volta passiamo, si fa un giro nel prossimo weekend. Per il momento non possiamo dirvi niente a riguardo. Ah, il locale si chiama Mantra, in via Cantarane, Verona;

-la Pizzeria da Salvatore, in Piazza San Tommaso, Verona: sì d'accordo, è carina e comoda per chi fa il preserata in centro, ma davvero mi stupisco sempre più sul perchè sia tanto rinomata. "Stasera, cenetta da Salvatore" e "Super pizza da Salvatore" e "Dove si mangia? Beh, da Salvatore" e "Salvatore Pizza migliore di Verona" a mio avviso sono più figli della leggenda che della realtà: le ultime tre volte che vi ho mangiato con amici, la mattina dopo c'era chi voleva recarsi in ospedale a chiedere il cesario per togliersi sto peso indigeribile. Colpa dell'olio, intorno al mezzo litro per pizza. Del resto, se non è Salvatore, è la Pizza Bella Napoli in via Marconi, dove mi si dice di napoletano sia rimasto il nome e la cassa...;

-questa dei parcheggi a Verona (centro e dintorni) è diventata una questione annosa. Dopo aver girato 50 minuti alla ricerca di un posto dove sostare il mio aspirapolvere 5 marce + 1 retro, sono giunto alla seguente conclusione: a Verona città, ci sono più auto che parcheggi, mi pare evidente! La città era letteralmente tappezzata di autovetture su ogni lato della strada, su ogni angolo, su ogni marciapiede. Ora, non è il caso, anzitutto, di rivedere il concetto di divieto di sosta e, più importante, vedere di impiegare meglio gli spazi inutilizzati alla ricerca di nuove zone di sosta ma, ancora più importante, cominciare a ristrutture il sistema urbano dei trasporti pubblici in centro aumentando il numero di bus ecologici e coprendo nuovi percorsi nonchè più fasce orarie specie quelle notturne? Come spesso capita, l'estero insegna;

-scopro che il weekend scorso, si è consumata una rissa in Piazza Erbe 4 vs. 10-15. E' andata circa così: alcuni dei 4 erano seduti per terra nei pressi della fontana; uno sparuto gruppo di >10 butei olfi parte dal Caffè Lamberti alla volta di quelli che sembrano chiaramente degli avversari degni di diverse pacche: uno di questi si avvicina minaccioso ad una della ragazze dei primi 4 e cerca di far sentire la propria voce (sì non scherzo, un butel voleva "spiegargliele" ad una ragazza, roba da matti), ovviamente interviene subito uno dei 4 e allontana il lestofante dall'amica. Gli vale un bello sberlone; peggio va al suo amico, che si becca pacche e pestoni duri dagli altri 10 già internvenuti all'urlo di "Per stare a Verona serve classe" (eh, non ci sono più i portatori di classe di una volta..) e "Viulenzz". Insomma, uno se l'è proprio prese. Condanniamo i cretini partiti e tornati al Lamberti; preciso: al Lamberti la metà degli avventori, l'ho sempre sospettato, sono idioti/teste/di cazzo, ovvero quella compagine di butei votati al lato oscuro (leggi: skin con diverse idee fasce ecc.);

-da venerdì ad oggi, in qualche modo pur senza volervo, abbiamo scaldato gli animi con un innocente e scemolotto post di Butel2 su LivePoint dal titolo "Ma i butei benvestiti stanno sul c**o?". Lanciato così immagino: col fare guscone e spensierato di butel2, noto diplomatico che pur di non prendere posizioni venderebbe il culo a entrambe le parti. Scherzi a parte, sono state adorabilmente gustose certe reazioni: pochi sono riusciti a dir la loro senza sferrare le solite sterzate populiste, le immancabili tiratine d'orecchie a noi e al blog; altri invece hanno maturato la loro senza pregiudizio (deve aver scocciato il nostro precedente post sull'Highlander di via Leoncino). Va bene così;

-detto questo vi chiedo: qualcuno è mai andato a La Scala? Ci sapete dire un pò com'è? Ieri hanno tentato di trascinarci e abbiamo dato forfait.

5 commenti:

Dory-Butela 2 ha detto...

Salve buteissimi!
Concordo con tutti i punti del vostro post, specie per la questione parcheggi: è una vera caccia a chi ha più culo fra noi per trovarlo quella sera!
Per quanto riguarda l'argomento Scala, capito proprio a fagiuolo...Abbiamo sperimentato il posto qualche settimana fa, precisamente un sabato sera. E' formata da due sale: nella prima c'è il ristorante che poi diventa "pista" spostando un pochino i tavoli, nell'altra (quella a cui si accede facendo appunto le famose "scale")c'è uno spazio per il dj,uno per il bar,e poi qualche divanetto/tavolino. Tuttavia lì lo spazio per ballare non è molto grande...Sotto fanno musica commerciale e poi si passa all'house, mentre sopra fanno diciamo....musica intramontabile(WMCA, Pupo, Carrà, e via dicendo...)!
Si pagano 6 euri + guardaroba, però tutto sommato l'ambiente è carino. Per quanto riguarda la gente..............(pausa di riflessione)............diciamo che quella sera non siamo state molto "fortunate" perchè l'età media era piuttosto alta e nessuno soddisfava i nostri "canoni" ah ah!
Detto questo, spero di esservi stata un pochito di aiuto ;-) Adios

Butel 2 ha detto...

si si benissimo!sempre più sentenziosa!ma i gggiovani?stylish o grezzish?

butel 1 ha detto...

shhtt... se ti sentono quelli del thread su LivePoint!

Dory ha detto...

Caro butel2...chetedevodì...mah...secondo me erano presenti entrambi!

mario banana ha detto...

Butel1:che dire di questo gin-martini bianco...micidiale!