07 dicembre 2006

Capodanno a Verona - comunicazione di servizio

AGGIORNAMENTO
novità sulle feste di capodanno a Verona 2007


Per colmare il vuoto di queste ultime giornate senza postate e in attesa dei nuovi post, piazzo una riflessione/analisi spiccia, spiccissima.
Con arciprecisa cadenza annuale, noto in ogni dove veronese i soliti stickers, flyers, posters e posers (i PR delle agenzie viaggio) alla promozione dei "magici" Capodanni 2007 in Italia o all'estero.

Ecco la Comunicazione di servizio: su questo blog nessuno vi chiederà mai "Cosa fate l'ultimo?" o "Allora per l'ultimo?" o "Quindi, per l'ultimo?" o ancora "Capodanno a Verona quest'anno?(per il 25° anno consecutivo)" e così via, domande che imperversano da circa metà ottobre specie negli ambienti universitari e scolastici in genere, anche se il primo proto-Filini organizzatore dei viaggi dell'impossibile l'ho udito aggirarsi fuori dal bar Frinzi già al volger di settembre con la mai dimentica "Quest'anno, se a Capodanno andemo in disco, me sparo" cui rispose il pessimista del gruppo con "E che casso fasemo allora?". Uno che era un butel incipiente nel quale il passaggio dal bello all'arido vero poteva già dirsi consumato. Ahi, lasso.
Più precisamente: in generale, questo blog del capodanno se ne lava le mani.

Ma vediamo per curiosità che si potrebbe fare.
Varie le scelte della gggente, dei gggiovani soprattutto.

Sempre in pole position i giovanissimi e audaci viaggi all'estero:
-Budapest, Praga, Sofia (si sprecano i motivi, immagino);
-seguite a ruota da mete tradizionalmente più blasonati quali Amsterdam, Parigi, Berlino, Madrid, Londra;
-chi più ne ha più ne metta.
300-400 € e ve ne partite all'estero per 4-5 giorni con partenza dalle principali città del Nord Italia e viaggio rigorosamente in pullman. Per viaggiatori dalle tasche al verde e senza particolari pretese e richieste di optional alcuno.
Sul senso di spendere quella cifra per alzarsi una mattina, prendere un pullman, venirvi trasportato per ore e ore, trovarsi come compagni di merenda e soggiorno dei potenziali rompiballe, avere un accompagnatore per tutta la durata del viaggio e rischiare quindi di spaccars i maroni anzichè, chessò (se proprio volete andare all'estero ovvero fuori dalle palle perchè comunque a voi il capodanno "piace" e volete viverlo non in Italia perchè non vi va di raccontare che siete stati a casa di qualche amico/conoscente o peggio in discoteca), aver prenotato un pacchetto self-made volo più albergo 4 stelle qualche settimana prima per una meta che vi grada e che vi scegliete voi e poi una volta li fate quel caspita che volete (questo si chiama viaggiare, meenghia) spendendo magari pure meno, ecco sul senso di questa cosa dicevo, bisognerebbe interrogarsi davvero.
Per veri avventurieri.

Per chi non volesse abbandonare le proprie mura scaligere restano a disposizione per il magico Capodanno 2007 a Verona le svariate serate in discoteca, pizzeria, ristorante, rosticceria, kebabberia, ecc. (a riguardo si vedano VeronaVip o LivePoint) che dagli anni '70 non si sono mai distinte per varietà o novità, tuttavia sempre gettonatissime: ed è subito Maracaibo mare forza 9 e tutta l'allegra famiglia del maranza made in Italy.
Tradizionalisti.

E poi ci sono quelli che del capodanno si lamentano, sempre e comunque, non senza una certa dose di arroganza gratuita anzi gratuitissima, un pò perchè davvero ne hanno le balle tritate, un pò perchè fa tendenza (in questo momento storico, marciare contor il capodanno fa sempre un pò intellectual chic). Per intenderci quelli dell' "Avì roto i cojoni con sto capodanno" e magari propongono un boicottaggio generale tipo "St'ano tutti a casa propria, niente feste del casso". Ma cadranno, presto. E famelici si troveranno anche loro a mezzanotte a brindare al ritmo delle maranzate di cui sopra, felici e compiaciuti
Presenzialisti.

Quelli che lavorano. Sì, ci sarà chi lavora a Capodanno, ovviamente. Sarà l'unico che a conti fatti giunge al 1° gennaio già in attivo.
Legge del mercato. (upgrade by Abes)

Gli scettici. C'è poi chi ssopende il giudizio a riguardo. Ecco, per quanto mi riguarda, il capodanno non esiste, un pò come babbo natale. Il 31 dicembre, in effetti, sarò sul divano e intorno alla mezzanotte starò guardando Fantozzi (il primo e verissimo) da almeno un'ora, proprio al punto in cui, durante la festa di capodanno, il maestro dell'orchestra butta la lancetta avanti di un'ora per poter presenziare anche ad un'altra festa intorno a mezzanotte.
Com'è umano lui.

8 commenti:

Dory (butela 2) ha detto...

Dai Butel1...unisciti a noi... Siamo ribattezzate: quelle dell'ultimo minuto!
E' moooolto probabile che intorno al 30, prossimo venturo, saremo ancora in alto mare per la scelta del luogo ove posare le nostre dolci natiche e brindare allegramente all'anno nuovo...
A risentirci.

Anonimo ha detto...

Vi siete dimenticati la fetta di popolazione, compresa me medesima, che a capodanno lavora! 8)

butel1 ha detto...

Dory: consiglio l'aeroporto di Francoforte, vi trovate il miglior "chiosco" last minute del mondo. 500 euro tutto compreso e ve ne andate, chessò, a Chicago; o Parigi; ecc.

Abes: sì ma è stata voluta.

Butel2: non hai notato come le mie chiose si stanno modificando? La prosa è diventata leggera e scorrevole, come piace a te. Stiamo lavorando anche sulle lunghezze, dottò.

frut di Udin ha detto...

Butel1: Avevo sentito parlare di un ultimo dell'anno da trascorrere comodamente sdraiati sul divano davanti al tv. Tuttavia non ricordo e correggimi se sbaglio,di un film di fantozzi! anzi si parlava di un film più impegnato..la venere nera..credo.

butel1 ha detto...

Frut1: la Venere Nera dici... eh per veri intenditori, del resto.
Tra l'altro, se interessa, sono entrato da poco in possesso di una sorta di sequel.
Lo so: tristezza.

orsacchiotto.stupidotto ha detto...

una amica di terni voleva venire a trascorrere il capodanno qui a verona con la sua compagnia. mi ha chiesto che si fa qui a verona..

non sapevo che rispondere.
e mi sentivo out. vecchio.

pero' leggendo questo post mi accorgo che non c'e' proprio un casso da fare.

escludendo prendersi i magnum nei denti e le bottiglie di spumante nei reni in piazza bra..

Anonimo ha detto...

ricordate il vostro post sul pachanka?
ieri ho trovato l'annuncio di una festa di capodanno proprio in quel locale!mi siete troppo venuti in mente!!!non andate?!

butel1 ha detto...

Caro anonimo:
1-naaa! No davvero, come detto il sottoscritto se ne starà bello e rilassato a casa a divanare;
2-"maledetto", ti invito a non commentare mai i vecchi post, parti sempre dalla home page e commenta l'ultimo: blogger è infame e bastardo, non dice MAI quale post è stato commentato e trovarvi è un lavoro da deficienti patentati. Ecco perchè in qualche modo vi trovo sempre.
3-tra le proposte del capodanno c'è la Spazioteca, se ti può interessare un ambiente nuovo con formula open bar (bere ad infinitum). Trovi le info su VeronaVip.com alla sezione "eventi".

Un saluto-pacca.