01 aprile 2007

Rolling Stone, Milano - LCD Soundsystem


Vado? No non vado. Che faccio, ci ripenso? No, no, non si va.
Perplessità adolescenziale. Niente, niente: nessun invito, nessuna possibilità di fermarmi a dormire quindi non se ne fa niente, porca la puttanazza. Accontentiamoci di un venerdì serata al Sottomarino Giallo con qualche compare milanese, figa, perdendo una grande serata di elettro-punk-funk music. Tutto ciò venerdì pomeriggio.Sabato mattina, in seguito all’ennesima nottata tra vodka-lemon e musica elettronica, la mia indecisione svanì:

Frut1: "Milanes1, Milanes2 grazie per l'ospitalità girls, torno a Verona dai butei, anzi dai bbbutei"
Milanes2: "Giovedì vieni al concerto degli Lcd Soundsystem?
L’evento, appunto.
Milanes2: "Dai,vieni dopo c'è anche l'after party al Plastic. Super serata, ciumbia?" [ndSentenziosi: questi personaggi milanesi vanno giustamente caratterizzati]
Frut1: "No perché cioèèèèè… e poi i problemi di letto… cioèèèè ma dove dormo? No dove? Pensa un po’… ma chi mi può ospitare chi…?”
Milanes2: "Uè, figa, dormi da noi pirla."
(mentre frut1 fantasticava su un'eventuale serata di sesso estremo l'occhio non smetteva di fissare la tettata regalata, in promozione col 3x2).

Mercoledì 21 marzo
Sms di Frut1: "---ccrr--- il gallo è nel pollaio ---ccrr---“
Dopo solo 6 ore (record di brevità per M2): "Benissimo, ti aspettiamo".
1-comprato il biglietto tramite ticketone
2-ascoltato l'ultimo album “Sound of Silver” almeno un centinaio di volte
3-pronto per il concertone

Giovedì 22 marzo
Trenitalia per Milano. Forse.1 ora dopo: Trenitalia per Milano. Perché l’unico sito che sta scalando Google con la keyword “merda” è http://www.italia.it/? http://www.trenitalia.it/ è li da anni e nessuno ha mai fatto un Google bombing. Comunque…
I newyorkesi LCD Soundsystem suonano al Rolling Stone e concluso il concerto la serata si trasferirà al Plastic per un after party che si preannuncio stellare con dj set di Hot Chip, Tomboy degli Who Made Who, Gommage e James Murphy degli Lcd, appunto.


La Band

Rappresentane di un eccellente blend tra rock e musica da ballo. Confermo: gli Lcd Soundsystem, eccome se ti fanno ballare! James Murphy è poliedrico, al contempo artista standalone, produttore discografico (la casa DFA Records è sua) con proprio studio di registrazione, dj e, ovviamente, leader degli Lcd.
Un giorno cominciò a pensare di metter su una dance floor band come i Liquid Liquid e così fu; tra il suo studio di registrazione (Plantain Studio) i tour come dj e l'organizzare party trova anche il tempo di suonare dal vivo.
Gli Lcd sono una formazione che subisce spesso cambiamenti di formazione a causa degli impegni dei singoli componenti, frequentemente in tournè con le rispettive band.Nancy Whang (alle tasterie) e Pat (batteria) sono gli unici elementi fissi mentre per il tour che li vede attualmente in giro per l'Europa: Phill (chitarra ed altro) è sostituito da Alexis degli Hot Chip mentre al posto di Tyler (bassista che ora è in tour con i !!! o chik chik chik che dir si voglia) c'è un amico di James Murphy (sempre della crew Dfa).
Le influenze sono palpabili nei suoni e nell'atmosfera ricreata. Dall'ascolto si possono ritrovare i Kraftwerk (un saluto a Butel1, che ancora veste e cammina come un Roboter), i Talking Heads, gli Heaven 17 ed i Roxy Music (ciao Bryan Ferry ciao) per non parlare di influenze indie dovute da una infanzia trascorsa in ambienti punk-rock.(e per fare ancora più felice Butel1 posso dire che la traccia di apertura del nuovo album Get Innocuous odora di Giorgio Moroder, conferma dottò?) [ndButel1: confermo gli orgasmi multipli. Sapevate che l’italianissimo Moroder nel 2003 venne insignito da Ciampi del titolo di Commendatore? Ebbene sì, l’è un commenda anca lu, figa).



L’album. Giudizio dell’arcicritico de noialtri, Frut1

Con Sound of Silver entrano nell'olimpo della musica. Album grandioso senza riserve, nove pezzi uno più bello dell'altro. Inizialmente ho ritenuto l'album dell'anno quello dei Wolfmother; ora mi devo ricredere, siamo di fronte ad un capolavoro che lascerà un'impronta nel mondo della musica moderna. [ndSentenziosi: e dopo questa…]
Fusione riuscita, ma che dico riuscita, perfetta, tra il rock stridente e l'incedere quasi convulso della dance con basi tiratissime e schizofreniche, un continuo ammiccamento dell'ascoltatore verso incessanti danze: impossibile stare fermi. L'amore per gli anni 80 non fa da cornice ma appare in tutto il suo folgore. Tanti ingredienti, una shakerata e qualcuno può pensare ad un pastroccio ed invece è un minestrone ben calibrato e meditatissimo (nulla è lasciato al caso) tra i suoi ingredienti. Un album da scarica… ehm comprare assolutamente.



Il concerto

Abbandonato da Milanes2, che dopo avere insistito sulla mia presenza (almeno così credevo di avere capito) se ne va al Rolling Stone con il fidanzato (fidanzato? Ma da quando, cioè dico, non era tutto finito? Si vede di no).[ndSentenziosi: GRASSE RISATE. I lettori devono sapere che Frut1 è uno specialista in sole femminile ricevute e, temiamo, indotte dalla sua stessa tenera e goffa persona. Citiamolo: “Conosco le donne, non sono arrivato a XX anni senza aver capito le donne” ecc. ecc.]
Milanes2: "Vado. Adieu. Ci si vede” mentre Frut1 in doccia, impegnato in una lotta con la rivoltosa manopola dell'acqua, imprecava contro il balsamo dei capelli che non fa MAI schiuma: Garnier di merda!Frut1:"ma...io pensava che noi si…" [ndSentenziosi: noi si…? Suspence]
Frut1 la prende in quel posto. Da protocollo.

Fruttiade
a) chi mi porta al Rolling Stone?
b) ritroverò mai Milanes2 nel marasma del Rolling Stone?
c) il concerto non dovrò mica seguirlo da solo, giusto?
d) per l'after party come si fa, dove si va e come stracazzo entro al Plastic, noto locale dove senza lista vali meno dello sporco sotto le unghie?
e) chi è sto fidanzato di milanes2?
Risposte nell’ordine:
a) taxi?
b) tu sogni ragazzo.Mai.
c) certo che sì
d) aah ah! Frut1 non entrerai al plastic nemmeno se dai culo al frocio alla porta [ndSentenziosi: forse gli fai una pompa]
e) quello che era il suo ex poco ex.

Dopo mezzora di imprecazioni, mando tutti a fare in culo e mi faccio accompagnare da Milanes1 (lei c’è, lei c’è!) al Rolling Stone. Entro e deposito la giacca al guardaroba: 3 euri, sti cazzi! Incontro il "Non Giovane" o Nonio (Francesco Mandelli), un saluto, due parole sul più e meno (Frut1: “Pheegha?” Nongio: “Pheegha pheega”) e mi butto in pista per prendere posizione. Rolling Stone già pieno, carico e pronto a scatenarsi. Per il resto, seguo la linea del “meglio soli che mal accompagnati” (certo che da quelle tette di milanes2 non sarei stato assolutamente mal accompagnato).
Okay baby, Lcd Sundsystem on stage, it rocks!



Il Rolling Stone è un'enorme dancehall dove è pur tuttavia possibile ritagliarsi una mattonella vitale sufficiente per potersi muovere evitando la calca e la sudata grazie anche all'impianto d'aria che rendeva l'ambiente un pò fresco. Niente pogo, bensì un unico ed eterogeneo movimento mai fastidioso del pubblico che trasforma il concerto in un rave party.
Tanto alcol, tanto fumo e sicuramente qualche altra droga, ma soprattutto carrellate di pheeegaaa!


La prima parte del concerto è dedicata esclusivamente ai pezzi più conosciuti: North American Scunm, Daft Punk is playing at my house, Time to get away e Tribulations.




Il pubblico è in delirio, Frut1 è completamente fuori di senno, si dimena, spinge e molto spesso atterra ignari rockers che presi alla sprovvista incassano alla perfezione i miei jab. Parte il momento Hokuto No Ken: 5 minuti di ring e attorno a Frut1 si crea il vuoto pneumatico. Conquistato un lido di ventura, è ora di sfoggiare le mosse imparate da Toni Manero. Inizia lo spettacolo nello spettacolo, innarestabile e quasi sotto effetto di qualche acido potente lo sballo offerto dagli LCD sferra il colpo di grazia: parte una infinita Yeah e per il pubblico del Rolling Stone sono cazzi: mode crazy dancer [ON].
Era dai tempi di Woodstock che non si vedeva uno sballato (Frut1) muoversi in un tale convulso e bizzarro ballo.
Un'ora e mezza di incredibile concerto che si conclude con la cigliegina sulla torta: New York I love but you're bringing me down. Degna conclusione di tutto, un brano sublime, una canzone d'amore per la città di New York,un inchino finale da parte di James Murphy and… the end. Applausi meritatissimi.





to be continued… (continua al post successivo)


Video by Frut1

8 commenti:

Anonimo ha detto...

cazz è quella rompiballe che nell'ultimmo video continua a parlare in sottofondo?

Frut di Udin ha detto...

Decisamente fastidiose!
Hanno parlato di vacanze per l'intera durata della canzone,volevo sopprimerle.

Upstream ha detto...

Bel post frutteto.
Permettimi tuttavia di aspettarti al varco con la recensione di "Ho voglia di te".

Capaci tutti di scrivere sugli lcd tze. E' moccia il vero banco di prova.

Butel1 ha detto...

Frut1: well done

Upstream: cioè senti, hai capito, guarda, fai poco il furbo te, ok? Come si diceva al Valery sabato sera (comparso dal nulla e rifluito nel nulla una volta scolato il proprio bicchiere) e io il Frutteto ce lo siamo sparati tutto filato il "belllisssimo cioè troooooppo figo" Ho voglia di te.

Conclusioni:
-io da tre giorni parlo come Scamarcio ed esibisco lo stesso sguardo imbronciato da "fatto una grossa cazzata mo la devo sistemà io", oltre a muovermi come un orango
-Frut1 ora (ma direi che è davvero troppo tardi) si vergogna d'aver letto è Ho voglia di te e il prequel di successo, 3msc.

T.v.u.k.d.b.

Frut di Udin ha detto...

@butel1:me ne vergogno sempre più.Ma la tentazione di sapere cosa avrebbe combinato Step era forte.Ho cercato di resistere ma non ce l'ho fatta.Perdono.Sono ancora un butel,vero?

Lo ripeto per l'ultima volta,il mio nome è Frut,no frutteto,okay?

Butel1 ha detto...

X Up: "il nome è Frut, no frutteto!", stai pensando quello che sto pensando io?

Upstream ha detto...

Non so.. io mi immagino frut che, in sella al suo centauro, ci raggiunge in derapata dopo un levo di 75 metri (fatto senza mani, con il solo ausilio di un colpo di reni iniziale) per pronunciare poi la frase di cui sopra, frantumando un paio di bozze di tocai (estratte agilmente dal giubbo di pelle) sulle nostre facce basite.
Per poi congedarsi con un "E adesso... ora vi dico adesso cosa: chiamerò qualche scagnozzo strafatto di crack per fare un lavoretto in questo cesso, con un paio di pinze e una buona saldatrice. Avete sentito quello che ho detto pezzi di merda? Con voi non ho finito neanche per il cazzo. Ho una cura medievale per i vostri culi"

(rumore di sgommata)

Frut "E siamo lì, in alto, irraggiungibile, lì dove solo gli innamorati arrivano... io e te, tre metri sopra il cielo."
Mi manki trppo

----mandatelo è imp---

Butel1 ha detto...

Up: stavo esattamente pensando la stessa cosa [Fumettone cerebrale(((Ciao Dio, oggi non ti senti dannatamente impotente al mio cospetto? Eh ti capisco, a volte mi faccio paura da solo))) ], la stessa cosa ti giuro [Fumettone cerebrale/2 ((( comune denuclearizzato in provincia di Varese )))].
C'è come sempre un certo livello di ammorre tra di noi.

Ad ogni modo, sì: Frut1 sarebbe in grado di spedirci 3msc (dove "c" sta per durello a baionetta infilato dove immagini tu)