15 aprile 2007

Mako Verona: che si dice nei giri?

Mako Internet Cafè: quale futuro nel 2007?
Dicevo, l'estate è alle porte e le "grandi" domande rivolte a Sentenziosi (questa volta per bocca di un anonimo commentatore) son sempre della medesima foggia. Questo è quanto ci viene chiesto:

"Caro vendicatore... Grazie per la tua incontenibile sete di verità.. Già che ci sei perchè non mi spieghi che fine ha fatto il bar / locale Makò di Verona, che sarà stato pure frequentato da gente del cazzo, ma almeno dava ristoro nelle afose serate veronesi.. Confido in te!" Anonimo
Eh un po' ti capiamo, il Mako è stato il ristoro di molti gggiovani. E tutto sommato, benchè personalmente trovassi una cagata pazzesca "salire in collina per bere n'a roba", aveva un suo perchè. Forse.

Ad ogni modo noi accogliamo, ringraziamo e indagheremo. Con scrupolo e analisi? Con distacco e riso misantropico? Come il freddo medico chirurgo? No, come dei cazzoni qualsiasi che un po' perchè sanno (???) e un po' in scia ai rumors della pearà tirano due-tre conclusioni.
Riguardo al Makò di Verona in quel di Castel San Pietro, a onor del vero sappiamo poco o niente. Ecco che i rumors di cui sopra tornano utili. Tuttavia, visto l'alone di "assoluta" verità sulla natura dei rumors, mi preme fornirvi qualche spiegazione riguardo la loro attendibilità.

Quali rumors? Per bocca di chi?
Ah ragazzi, e qui mi cadete: non sapete come funziona il pettegolezzo della nightlife (e non solo quella) veronese? Rispondo rivelando un termine che dovrebbe spiegare ogni cosa: i giri. "Far parte dei giri", "conoscere i giri", "nei giri si dice", "fuori dai giri", "dentro i giri", "se non sei nei giri", ad infinitum. Pochi o nessuno sanno chi componga i giri, ci sei dentro o no, tutto qua. A grandi linee Sentenziosi in anni di esperienza gossipara a Verona può dedurre che dei giri facciano parte:
-commesse/i
-baristi/e
-camerieri/e
-shampiste/i
-pr
-butei della frinzi, vari

Come non è ben risaputo il percorso monte-valle di circolazione dei rumors, delle notizie, del gossip e degli scoop insomma. Sentenziosi presume vada più o meno così:

1- butelA, tira un paio di pacche a butelB quindi afferma che forse la persona x sta al fatto y e al modo z
2- butelB, mentre sorseggia il quinto spritz, ascolta e comprende che la perzona z sta al fatto x e al modo y
3- butelA e butelB stanno nei giri; ma non butelC, amico di lontana data di butelB che si lascia scappare la cosa
4- butelC si spaccia per "uno dei giri" e la notizia esce ufficiosamente dai giri per divenire di dominio pubblico

Butel1 amarcord
Ad un certo punto, a mia insaputa, due anni fa, facevo parte dei giri. Così. Non chiedetemi perchè, per grazia. Te ne accorgi perchè ad un certo punto qualche commesso o barista parla di te e, per merito della proprietà transitiva combinata al principio dei sei gradi di separazione (ovvero perchè alcun butel sa farsi i cazzi propri), tali commessi, baristi, camerieri, pr spargono voce in frazioni di secondo. Ma in un primo momento resta tutto interno, si tratta di una notizia da house organ, da agenzia stampa interna insomma. Resta "nei giri" appunto. Per il solito motivo (farse i cassi propri), arriva il momento in cui il primo anello si spezza: il commesso di Grifoni si confida con un amico che "non è dentro i giri" e pata-bum, il tutto diventa di dominio pubblico. Dove dominio pubblico: Università + Biblioteca Frinzi + Piazza Erbe. E così mentre vai a fare una passeggiata e saluti "qualcuno dentro i giri", scopri che la persona della quale ti sta parlando quella "che cioè ti racconto la storia di questo butel qua, cioè una storia troppo pazzesca vecchio"... sei tu! Ovviamente pochi o nessuno ormai sanno chi sia il referente reale della storia, il protagonista: di mano in mano (di rimaneggiamento in rimaneggiamento) vari elementi di leggenda si condensano al tutto e con un assecondante cenno di capo, un "vacca dì!", una pacca e un "ci vediamo vecchio" potrete allontanarvi a testa alta e continuare a vivere tranquilli perchè il rumor ha trasceso la vostra persona e voi siete solo l'ombra di quella notizia. I vostri quindici minuti di celebrità li avete avuti a monte del percorso, nelle chiacchiere di due massimo tre persone.

Mako Internet Cafè - Verona
Perdonate la digressione, torniamo al quid. Insomma nel 2007, Castel San Pietro tornerà ad ospitare il "mitico" Makò, il primo vero art-design-lifestyle-hanky-panky-bar di Verona? (prima dell'avvento del Caffè Porta Nuova).

mako verona

Causa i rumors di cui sopra, il Makò (o Mako, pronuncia libera) è ufficialmente un X-File, condito peraltro da certe leggende imprenditoriali, sulle quali vi invito a riflettere con fare diffidente o quanto meno scettico:
-al momento non si capisce se aprirà o meno; forse sì, forse no, forse è già aperto, non lo sappiamo-non ci interessa;
-forse il proprietario del Makò ha venduto (cosa? Mica era suo il posto!);
-forse è stata revocata la licenza (plausibile, la gestione era in trincea coi vicini);
-forse è appunto caduto vittima di un complotto massonico perpetrato dai vicini PERENNEMENTE incazzati a causa dei km di autovetture a parcheggio selvaggio nonchè per l'alto volume della musica;
-chiude perchè non sono riusciti a mettersi d'accordo sul nuovo nome, che doveva possibilmente fornire non più di due interpretazioni fonetiche;
-forse ci faranno un casinò (certo certo);
-forse ci faranno una galleria/museo (certo certo);
-forse riqualificano lo spazio per ospitare eventi una tantum quali sfilate di moda (certo certo, Alessandra Ambrosio a Verona, certo certo)
-UPDATE ESCLUSIVO: Butel Saval è nei giri e dai giri se ne esce rivelando che il Comune di Verona costrinse il suddetto Mako a chiusura previo versamente economico non indifferente; quindi i proprietari sloggiarono e poi aprirono appunto il già citato Caffè Porta Nuova. Verità o meno, questo è un esempio di "notizia dai giri, vecchio" (perchè, ad esempio, io so che il proprietario del Porta Nuova Caffè prima ha fatto i soldi con le puttane e quindi aprì il suo s-fashion bar)
-ecc.ecc.

Insomma, i rumors sono diversi. Personalmente posso dare conferma circa i rapporti di cattivo vicinato, avendo assistito ad una pietosa raccolta firme per "Salva il Makò, il locale più bello della città!".
Certo è che il Makò in quel di Castel San Pietro a Verona è stato la mecca estiva prediletta dal popolo dello spritz "on the move": tutti i piazziaioli, prima o poi (durante la serata, mica una volta nella vita) dovevano aggreggare il maggior numero di butei in scia alla proposta "Vecio, ndemo subito o dopo al Makò?", quindi munirsi di una Mini (anche rubata, l'importante era averne una) e, dopo una corsa rinfrescante e bruciapelo per i tornanti verso Castel San Pietro con il vento nei capelli e la pheega in fianco che manda sms a quelle matte delle sue amiche (o a te, vista la mole di comunicazione verbale di certi gggiovani ssspritzati), salutare i buttafuori (molto fuori e poco butta), salire la rampa, ammirare il collagene di persone, il bar vetrato sulla destra, le chaises longues sulla sinistra, la distesa di bbbella gente accalcata in fondo ad un passo dal burrone o ai lati, il privè accessibile solo previa prenotazione e frequentato "soltanto" dalla creme della bbbella gente (Eva Grimaldi dopo un intervento di rinoplastica; Smaila sbronzo, ecc.) per, infine, sentirsi parte di quel Mondo.
Con la M maiuscola, intendo.

Wow. Ahi lasso... "bei" tempi, "sempre" un'emozione al Makò.
Makò Internet Cafè di Verona, ci mancherai. Forse.

18 commenti:

Richie ha detto...

Mako Internet Cafè.... sono un non ggggggggggiovane e un non figo e questi posti mi fanno venire l'orchite.

Mi piace la pheega, sia chiaro, ma non la pheega che frequenta i gggggggggiovani.

dott.Sentenziosi ha detto...

Richie: il dott. Sentenziosi Analyst comprende il tuo sincero sfogo e ti invita ad esternare ulteriormente ogni tuo disagio ggggiovanile.

Qui troverai sempre un confessionale di gente (con una g) pronta a prestarti orecchio.

Per il momento ti prescriviamo la visione di uno tra i seguenti tre film:
-L'esorciccio
-Giovannona coscialunga
-La polizia s'incazza
(all right included per la citazione filmica)

Con diligenza,
Dott. Sentenziosi

Butel Saval ha detto...

Il makò...bel posto,anche se non ne sono mai stato un assiduo frequentatore. COmunque,essendo del giro da parecchio tempo (me lo ricorda sempre il vecchio tossico del quartiere che quando m'incontra,per scroccarmi una cicca o un euro mi fa:"O,ti che te si del giro,gheto na cica?") io solo e solo io, conosco la verità del makò. Sfrattati dal comune , previa consistente somma economica, i simpatici (?) gestori del makò,ringraziando, hanno aperto quel locale molto fashion e poco in,chiamato Porta Nuova cafè.
Verità,guys,verità. (o metropolitan?)

Butel1 ha detto...

Butel Saval: forse vera forse no, comunque voce dei giri di conseguenza tacciabile di verità per l'uomo medio veronese.
Grazie per la dritta, aggiorno ora e subito il post.

Upstream ha detto...

Mentre qui si fa del fantagossip di vecchia data (cmq confermo la versione del saval, la congruente somma era la penale per aver rescisso il contratto prima della sua naturale scadenza)
il mio coolhunter scopre le nuove tendenze della Erbe.

Avrai mail b1, questa è robbba tua, robbba che scotta.

kontrorivo£usion

Ho uno sguub alla biscardi: il portanuova chiuderà.

duchamp ha detto...

ma aprire a casa propria un anonimo gingerino di una sottomarca sconosciuta acquistato alla lidl, non sarebbe più indicato?

magari prima si fa un giro di telefonate e, tutti alla stessa ora, aprono il contenitore, vrsano il contenuto entro un bicchere di plastica con le facce del Tunies e degustano la bevanda colorata. Tutti nello stesso momento. Tutti nella propria abitazione.
Si brinda alla salute e alla gioia di esserci !

Butel 2 ha detto...

Tutto vero amisci!

Bè lo scoop dell'amico apstrim era inevitabile nel senso che quel barccone sbarluciccante no sarebbe durato a molto svaniti i fasti delle inaugurazioni.

Aggiungo, pare e sottolineo pare, che sia dietro mako che il portanuova ci sia uno strano giro di riciclaggio.

Ragione che giustificherebbe il fasto estremo di ambedue le location e le aperture e le chiusure improvvise.

Butel Grillo

Butel Info ha detto...

ahhh...il makò.....

Butel Saval ha detto...

A conferma dell'esorbitante cifra economica di buonuscita, fa mostra di sè lo sfavillante e shikkettoso (nonchè costoso) arredamento del porta nuova cafè.
Vi voglio bene.

butel1 ha detto...

Upstream: corro a leggere la coolmailaz.
Ottimo intanto lo sgubb, sgubb del Porta Nuova Caffè... non provo a chiedere indicazioni sulle fonti.
T.v.b.

Duchamp: ok. Brindiamo alla fine del mondo!

Butel2: hey quanti mesi avevamo dato al Porta Nuova noi? MAAGGGICCCI! Ormai facciamo parte dei poteri forti.
Comunque il giro di "riciclaggio" posso confermarlo per interposta persona: el paron del Porta Nuova Caffè, la fato i schei con le putane (=giri di night club vari).

Woodcock ha detto...

Circolare gente circolare. Non c'è più niente da vedere.

Ho scorto il woodcock segnale: putane.

Me ne occupo io ora ragazzi.

Anonimo ha detto...

chiedendomi (non so perchè) che fine avesse fatto il simpatico Butel PNE del blog "Veneto Libaro zio scan!", mi sono imbattuto in un ulteriore blog secessionista, che spicca (oltre che per i contenuti di indiscusso livello) per il titolo esilarante del l'ultimo articoeo.

Ciao!

Anonimo ha detto...

l'indirisso l'è questo, zio canaja, ndasì a lezar che bel'articoeto, casso!

http://blog.libero.it/FEDERALISTACONVI/

frugulla ha detto...

Ostrega che stress

frugulla ha detto...

Mi ero perso questa perla del vecchio Duch:
ma aprire a casa propria un anonimo gingerino di una sottomarca sconosciuta acquistato alla lidl, non sarebbe più indicato?

magari prima si fa un giro di telefonate e, tutti alla stessa ora, aprono il contenitore, vrsano il contenuto entro un bicchere di plastica con le facce del Tunies e degustano la bevanda colorata. Tutti nello stesso momento. Tutti nella propria abitazione.
Si brinda alla salute e alla gioia di esserci !

Caro amico e avversario, stasera alle 19,30 stapperò una spuma al ginger e ti penserò, mangiandoci assieme naturalmente tartine al patè di olive con acciughina e stuzzichini assortiti alla crema d'aglio, io la notte esco, non vorrei fare brutti incontri

Butel1 ha detto...

Anonimo: attaccare il FederalistaConvinto equivale a sparare sulla croce rossa.
Dico io.

elena ha detto...

ciao butei, complimenti!!! Avete realizzato il sito che avrei voluto realizzare io; eventi e quant'altro. Bravi. Detto questo: mi potreste illuminare sul cambio di gestione del Corto Maltese? Perché la gestione successiva all'attuale era spettacolare. Solo musica jazz, cibo molto particolare e... ok forse il proprietario ha avuto dei problemi, qualcosa ho sentito, ma volevo avere delucidazioni da voi.
p.s. Vi ho aggiunti al mio blogroll, nel mio sito... spero non abbiate nulla in contrario.

Butel Saval ha detto...

aggiorno...l'indennizzo del comune è stato di 270.000 euro...

by giri