09 luglio 2007

Attimo Bar Verona

Brutti attimi all'Attimo Bar

Sentenziosi Flash24h
attimo bar verona

Il tempo sta cambiando? Forse. Momenti di agitazione questo pomeriggio verso le 18.00 quando la città è stata presa in ostaggio da una tromba d'aria non ancora vista da queste parti. Alberi sradicati, tetti di auto e vetrine di negozi a farne le spese. Anche la zone universitaria ne ha pagato le conseguenze. La parola al nostro inviato per un aggiornamento rapido con riferimento a questo pomeriggio all'Attimo bar di Verona:

Sì grazie studio.
Non si ferma la maledizione dell'Heineken Jammin Festival.
Era una giornata come un'altra qua all'Attimo, giovani orde di universitari spritzavano già dalle 10.30 di mattina quando, verso le 17.30 si assiste dapprima all'imbrunirsi dei cieli, quindi all'arrivo di una tromba d'aria che ha indotto i più ad un fuggi fuggi generale. Il precipatare della situazione in un... attimo: i venti raggiungono i 200 km/h e un enorme ramo d'albero s'abbatte senza pietà sugli ombrelloni del bar, costringendo i dipendenti al riparo.
E' stata una strage, prego il contributo delle macerie:

spritz verona


Sono una decina di impavidi ragazzi dalla vicina facoltà di Economia a prestare i primi soccorsi ancora a bufera in corso, allarmati e pronti a pagare anche a costo della vita pur di evitare la fine della pacchia!

La conta degli spritz feriti sale a 15, mentre 5 sono le bottiglie di Aperol che non ce l'hanno fatta. Prognosi riservata anche per le condizioni di altri 2 spritz, cui il barista ha tentato di praticare la respirazione bocca-bicchiere dietro al bancone del bar. Ancora sconvolto lo stesso proprietario: "Io... io... non credevo sarebbe potuto accadere anche a noi... insomma prima te ne stai lì, spritzi coi butei di economia e... dopo un secondo il tuo miglior spritz non c'è più... è stato terribile vi dico, spero solo di dimenticare il tutto al più presto".
Una storia di dolore e sofferenza, che questi ragazzi non dimenticheranno oggi come non dimenticheranno il gesto eroico di un loro compare di Gestione Aziendale che ha portato in salvo ben 7 bicchieri su 10, prima che la forza attrativa della tromba d'aria se lo portasse via al vagito estremo di "Perchè la laurea non mi serve ma lo sprriiiiiitz...!". Un amico vuole ricordarlo così: "Ha sempre pensato agli altri prima che a se stesso, avrebbe potuto abbandonare gli spritz lì al loro destino, ma non l'ha fatto... capite? Non l'ha fatto... mentre la tromba se lo portavia via, abbiamo spritzato pensando anche a lui".
A voi la linea studio.
Grazie. Ma torniamo a parlare di cose serie, c'è uno Spritz Party on the Beach domenica 15 luglio dalle 18 alle 24, al Terrazzamare di Jesolo...

10 commenti:

Valderrama ha detto...

che post di merda! Qui vogliamo sentenze, non minkiate! O meglio, minkiate si, ma con sentenze!

act ha detto...

altro che minchiate, la tromba d'aria mi ha fracassato la parabola di sky

silvia ha detto...

io abito nelle vicinanze
ho sentito le urla e i lamenti degli spritz feriti
sono stati momenti strazianti!

butel2 ha detto...

...e questi so grossi problemi soprattutto quando ti tocca guardare le tv in chiaro..d'estate.

act ha detto...

eh... non per la tv... è per il centone che dovrò pagare all'antennista zio indebitato.

Butel1 ha detto...

Valderrama: no no ragazzo, pensaci bene, voi volete minkiate e pheega, minkiate e pheega

Butel1 ha detto...

Act: omioddio, l'attacco a sky dev'essere un colpo durissimo per l'italiano avviato all'utopia libertaria satellitare. Condoglianze.

Silvia: io ne visto uno avvolo in un bicchiere frantumato interamente riversato per terra. Un bagno di sangue. A fianco, le lacrime dello Staff di Economia.

frugulla ha detto...

Mi scuserete se ho eliminato il commento ma mentre postavo un fortunale si è abbattuto su casa mia, aprendo le finestre e facendomi volare un paralume sulla mano, feci degli errori di ortografia dal dolore

Ora arriva il post cancellato!

frugulla ha detto...

Sentite condoglianze alla parure di bicchieri alla quale apparteneva il povero bicchiere frantumato e perito nell'esecuzione del suo dovere, in modo si tragico e repentino
Colpa dell'uomo, dell'ambiente impazzito, della natura che si rivolta e sparge il sacro liquido dello spritz sulla gia rorida terra
(anche se è asfaltaccio bagnato di piscio di cane e beveraggi sfuggiti alle mani di ebbre pheeghette)
Una prece

Anonimo ha detto...

ahhaaa mi fate morire!