20 luglio 2007

Rivoli International Verona

Rivoli International

Prendi Rivoli, rendila 'ntennesciunà (?), parla di spazzatura e ambiente, facci dell'arte.

Aggiornamento

rivoli international

Ok arrivata pure la terza mail di spam. Pensassero di smetterla, eh. Il programma intanto promette bene, ooohhh se promette bene. A questo punto mi chiedo: l'electro indus è la band genere electro indie del capitano Findus?
[Fine aggiornamento]

Visto il secondo invito in casella di posta (sì ragazzi, state rompendo i maroni, ok?), dedichiamo due parole pure a 'sto Rivoli International, dal 14 al 27 luglio a... indovinate un po'... suspence... rullo di tamburi... Rivoli Veronese. 'Anvedi.


Rivoli International verona

Rivoli International: ovvero?
E' un altro di quei festival da far rientrare nella categoria "mettici un po' di tutto", non c'ho capito niente, il comunicato stampa sembra un calco delle migliori pagine della settimana enigmistica:


"una manifestazione che unisce musica, eco-arte, gioco
e solidarietà in un’ottica di apertura verso l’Europa"


La so, la so! Rivoli International è un festival per zingari! Eh? Ah no? Che battute di spirito, ho-ho mi compiaccio della mia amabile verve humoresque (ndSentenziosi: tristezza di uomo, qualcuno gli sputi addosso per cortesia).
Premetto che il festival rischia di assumere in superficie i contorni di una gran cagata (e dal cartellone non dubito che gli eventi artistici possano rivelersi tali) ma Rivoli International sotto sotto ha dei perchè da non sottovalutare, dannazione a loro. Sì questa cosa infastidisce molto il sottoscritto, iniziai pensando di rubare le caramelle ad un bambino (sputtanare senza nemmeno presenziare, il massimo della comodità) ma scorrendo il programma nel dettaglio devo in parte ricredermi.

In breve (fonte rivolinternational.blogspot.com, dove trovate tutte le info sul programma e le indicazioni sulla location):
-tutto gratis, location principale il forte italo-autostriaco Wohlgemuth di Rivoli Veronese.
-quattro principali aree – Musica, Arte, Gioco e Solidarietà. Zzzz.
-Solidarietà: c'è la solita beneficenza. Anzi non la solita, questa mi ha piegato dal ridere: "RIVOLI International 2007 devolve i propri guadagni alla costruzione della scuola de la second chance ad Hodosa, in Transilvania, Romania". Transilvania? Second chance? Fatemi capire: che senso avrebbe dare soldi ad un allevamento di vampiri che non sono riusciti a morderti la prima volta? Mi sembra eccessivo.
-Gioco. Mi pare di capire che sarà dedicato dello spazio ai bambini, forse del grest. E il target quindi non è più il giovane, bensì la famiglia o il sempregggiovane.
-Inoltre: escursioni mattutine con pranzo al sacco alla scoperta della faun... ehm del territorio circostante. Se avete ambizioni alla Reinhold Messner.
-Musica. Ci saranno dei musicisti francesi, Rivoli è gemellata con la città francese Venerque. Tuttavia "Le serate musicali francesi saranno aperte da due gruppi italiani: i Reject Devils e i Blood Orange". Ancora, ma andiamo! L'abbiamo vinta un anno fa la coppa, quand'è che la smetteremo di prendere per il culo i francesi? Circa i gruppi gradisco non esprimermi, mai sentiti.
-un condimento generale da eco-sensibilità. Forse fin troppo moralista negli intenti, eppure un tema sempre caro a Sentenziosi, scherzi a parte: riflettere sulla e parlare dell'attuale panorama ambientale (e tutto ciò che vi è implicato e conseguente nei rapporti causa-effetto) va sempre bene. Insomma, PEZZO DI CRETINO che stai leggendo, la vuoi fare la raccolta differenziata e smettere di girare col Cayenne turbo diesel anche per andare al cesso? Giovedì 19 un incontro sul tema «Energie Rinnovabili oggi», a cura di Legambiente e del Consorzio di Bacino Verona Due e del Quadrilatero.
-Arte. Ovvero tu dagli una mano e si prendono il braccio: "l'esposizione (Ri)Arte con opere create da artisti e designer di tutta Italia con rifiuti e materiali di scarto". A ridaje con l'ennesima pretesa di fare dell'arte, pure coi rifiuti. In Germania in auge dagli anni 70-80, Arte con la A maiuscola nel senso che quegli artisti sono diventati "grandi" e sono stati esposti in musei d'arte contemporanea piuttosto rinomate. Ho il vago sospetto che la rifiut-art di Rivoli Veronese passerà inosservata come un moscerino schiantatosi sul parabrezza di un camion. Cerchiamo di smetterla con 'ste cose da boyscout. Se non è trash questo...
-praticamente tutti i giorni è prevista in serata una degustazione gratuita di vini, che nella sua totalità si preannuncia lauta. O così promettono. Chi vada, sappia confermare o smentire, grazie
-e soprattutto non dimenticate che: "Per tutta la durata del Festival l'ingresso al forte italo-austriaco Wohlgemuth è gratuito!". "Nooon gi posso creedere!. Se ci tengono un festival gratuito, la cosa pare lapalissiana, direbbe qualcuno.
-trovate altre cose qua e la' nel programma sul sito ufficiale

Conclusione
Ok, contestabile finchè volete e sapete che sareste nel post giusto (qua una volta sparammo pure sulla croce rossa), ad esempio a me pare tutto maledettamente condito da un alone di boyscoutismo, ma sulle degustazioni nonchè sulle eco-tematiche Sentenziosi aderisce in pieno, dal volto alle natiche (isomorfismo, nel nostro caso), perfino si commuove e ci mette del proprio battendosi nella self promotion delle, chessò, serate in bicicletta. Ed è subito bike clubbing e sbronza con bicchieri di plastica, prontamente riciclabili. Da qualche parte bisogna pure iniziare.

A questo punto la domanda resta una definitiva: perchè le strade della vita dovrebbero portarmi in culo alla balena a Rivoli Veronese?

3 commenti:

Frut di Udin ha detto...

Degustazione???
Frut1 è sempre presente alle degustazioni di vini!

B1&B2:n-esimo fiasco per Frut1!

Emanuel ha detto...

Quando mi è arrivata la seconda mail per qualche secondo sono stato tentato di rispondere alla solerte marta che era spammoso il suo comportamento, ma poi ho pensato "semo tuti butei, volemose ben! 'ndemo a farse un spritz!"

Anonimo ha detto...

La battuta sui vampiri è buona.
Quella sui francesi doverosa.
Mik