30 ottobre 2007

Who Killed Butel2?

Vogliamo davvero credere alla versione ufficiale dell'accaduto?

Può un uomo di grande esperienza come b2 cadere per mano di un infausto bicchiere di spritz?

La pista del subdolo avvelenamento non regge signori miei, qui c'è del torbido.

Chi ha ucciso laura palmer butel2?




Nessuno si senta tranquillo.

Nemmeno te b1 che hai appena acquistato una multiproprietà alle Cayman con i proventi della biografia del povero b2; o te fruttone che hai già preso accordi in via sotteranea con alcuni editori per far diventare sentenziosi una succursale di Rumore..

Ho ricevuto diverse pressioni da ambienti istituzionali per non pubblicare questo post, rifiutando anche la scorta messami cortesemente a disposizione dalla "ghe da darse srl" (sede legale: piazzale antistante allo stadio).

Rimango fermo nel proseguire questa battaglia, consapevole che molte teste
verranno sacrificate sull'altare della Verità.

butel2 vive.

13 commenti:

memo vocale ha detto...

[Questo Upstream sa troppe cose, stop. E le dice in giro, stop. Ricordargli che fine fanno quelli che parlano troppo, stop. Insomma, ricordargli dove giacciono in pesci, stop]

ponti ha detto...

butel 2 non meritava di finire così cazzo

Nicks ha detto...

Gente che frequenta, mi dice che qui si pagano bene i reportage esclusivi.Tento la fuga oltre oceano,nella grande mela, quindi se interessa...verrete contattati dai miei agenti.
Sentite condolianze.

babi ha detto...

e se fosse la prima vittima di una lunga serie? se qualcuno stesse cercando di boicottare gli spritz?
se altri butei cadranno per questa lotta?
che faremo, amici, che faremo??

Anonimo ha detto...

Il popolo dello spritz non si fa intimidire da minacce di chiusura al traffico.



Siamo andati a vedere: il toloneo è preso d’assalto da auto e gipponi
Piazza Erbe, la multa arriva di notte
Vigili in azione fra venerdì e sabato, 14 automobilisti puniti. Perfino i bus faticano a farsi largo fra i veicoli in «sosta selvaggia»


Il Popolo della notte non si è fatto certo spaventare dalla minaccia del sindaco Flavio Tosi di chiudere piazza delle Erbe ad auto e moto nei fine settimana. Minaccia prestissimo rientrata, a onor del vero, durata com’è l’«espace d’une nuit», come direbbero i francesi, di fronte agli alti lai che si sono alzati da dietro i banconi dei bar che si affacciano sul toloneo e sulle vie limitrofe, subito accolte dall’assessore al Traffico (per qualcuno solo «automobilistico») Enrico Corsi. E l’altra sera, un venerdì come tanti, non si è nemmeno fatto intimorire dalla pioggia caduta fin dopo l’imbrunire. Tant’è vero che i nottivaghi del weekend sono calati in massa in città, parcheggiando i loro mustang metallici proprio davanti ai saloon come i cowboy d’antan. Ci è bastata una passeggiata notturna, tra le dieci e mezzanotte, per avere la conferma che costoro, a qualunque tribù appartengano, e sono tante - spritzari, pheeghette, butei, cioccatori, tatangelo (le sbarbine con la frangetta), o i missiatori de goti, che girano il vino nel bicchiere posandosi a gran intenditori -, se ne fanno un baffo delle regole. E del decoro. Difficile trovare decoroso, ad esempio, il gippone Cherokee bellamente piazzato sul marciapiede tra piazza delle Erbe e via Pellicciai, proprio sotto il monumento che ricorda le vittime del primo bombardamento aereo austriaco del 14 novembre 1915. O i vari Bmw, Mercedes o Suv parcheggiati senza tanti scrupoli negli spazi riservati agli autobus o peggio ai disabili. E a proposito di bus, ne passa uno ogni dieci minuti. Vuoto. Mai uno che si fermi per far scendere o raccogliere qualcuno davanti al teatro Nuovo o in piazza Erbe. Anche se volesse, poi, non potrebbe nemmeno, essendo gli spazi occupati dai veicoli dei nottambuli. E anche per passare devono fare lo slalom in mezzo alla strada, mentre quelli provenienti da via Cairoli per girare in piazza Viviani sono costretti a salire regolarmente sul marciapiede. Lo spazio destinato al transito dei pedoni è l’are di parcheggio preferita. Alle 22.30 arriva un Mercedes da Ponte Nuovo. Tenta di ficcarsi nella rientranza davanti all’ingresso del cantiere di piazza Viviani (dove c’è già un’altra vettura), poi constatato che non ci sta, una bella retromarcia nel senso unico, e zac, eccolo sistemato sul marciapiede subito dopo l’incrocio di via Arche Scaligere, dove non si potrebbe parcheggiare, ma non c’è un posto «libero». Poco più in là, due auto si sono persino infilate nella parallela (e vietatissima al transito) via Dante. Nel frattempo, tra l’ingresso laterale del Nuovo e piazza Navona, fin dentro via Crocioni, arrivano sgommando quelli della toccata e fuga. Scendono al volo, si fiondano nell’unico bar, si fanno largo tra pupe e gamblers, escono col bombo, lo ingurgitano tra una ciacola e una pacca sulla spalla e ripartono al galoppo verso chissà quale altro saloon. A mezzanotte, o giù di lì, arrivano i nostri. E fioccano le multe. Una ventina. Qualche nottivago più incauto ci rimette pure un paio di punti della patente. Nelle casse del Comune entrano all’incirca un migliaio di euro. Gli «straordinari» dei vigili sono ampiamente ripagati. Ma avrebbe convenienza il Comune a farsi pagare un vigile 15 euro all’ora solo per dissuadere chi viola le regole?

Boss Artiglio ha detto...

Eccellente upstream finalmente qualcuno che ha fiutato la giusta direzione. Io sono con te qualcosa in tutto ciò non torna, qualcosa è stato messo a tacere.
Aggiungo; sono in possesso di alcune informazioni molto compromettenti, spaccature insanabili interne alla redazione..nulla posso rivelare in questa sede.
Upstream mi faròl vivo io. Ho un carteggio segreto che farà saltare in aria il blog.
Addio

Sentens chief editor. ha detto...

Ragazzo tu manda al nostro indirizzo mail.
Il tutto verrà vagliato e valutato e, in un secondo momento, se ritenuto sufficientemente sentenzioso, pubblicato.
Se no qua ormai si pubblica anche la lista della spesa di mia nonna.
Ah, Nicks, fammi un piacere, saludame i niggaz.

Upstream ha detto...

Artiglio non cedere alle mendaci lusinghe dell'estabilishment sentenzioso.

La nostra lotta contro i poteri forti volgerà presto al termine e la spada di damocle della giustizia sommaria potrà così calare impietosa sui responsabili di questa vicenda.

Ti ho già messo nel programma testimoni.


b1, baluba, sgancia le chiavi del villino chè questo w-end vado a svernare sull'oceano; taak e sono in pole position uè. (ciao guido)

Butel1 ha detto...

memo vocale: sono con te (strano...)

Ponti: diciamo che è stato sfortunato, heh, capita

Nicks: ok e tu da dove salti fuori, eh mh eh? Ad ogni modo fatti vivo per mail con i dettagli: se vai in missione, noi sponsorizziamo a risultati garantiti se ce porti della phee... ehm delle rece su nuiorchesse. Occhio al Bronx, si ci fai devi dotarti di nigga box (=stereo player anni '80 sulle spalle).

Babi: ma che ti salta in mente, qualcuno che boicotta, la prima vittima di una lunga serie, altri butei cadranno? Ma per favore...

anonimo: mh, sento odor di vespasiano, odor di L'Arena

Boss Artiglio + Upstream: siete solo chiacchere e distintivo, chiacchiere e distintivo! Inoltre finchè io qua non leggo il parere FONDAMENTALE (ooohhh) del Fruttone, colui che tutto move, Cosimo il Vecchio, io nulla confermo nè nego. Salutassimo.

Sentens chief editor: ah lei chi è, quello che bypassa? Mannagg'

Frut di Udin ha detto...

Mi avete chiamato in causa?
Eccomi!
Butel2 è morto,fatevene una ragione,non c'è più.
La sua morte? Un MISTERO.
Girano voci che non sia mai esistito...

vlad drag ha detto...

butel2 in realtà è vivo e vegeto..voci provenienti dalla bassa veronese sostengono che sia sotto copertura in zona Menà di Castagnaro

Upstream ha detto...

ben fatto vlad, tieni monitorato la bassa.

aspetto altri pizzini.

wonder ha detto...

nicks sento che ci conosciamo... fisicamente intendo