07 agosto 2007

Festa di Santa Viola

Aggiornamento
Leggi tutte le news sulla Festa di Santa Viola
Festa di Santa Viola 2008

Recensione 2007
Abbiamo una recensione della festa di Santa Viola 2007 (no foto o video?), qualcuno è andato. Non ho inteso se sia tornato.
"Luci palco e ambientazione da "incontri ravvicinati del terzo tipo"... questa la scena visibile scendendo verso il parcheggio-prato della GRANDE Festa di Santa Viola. Poi mano a mano che ti avvicini, (indirizzato da uno staff di 10.000 parcheggiatori in arancione fosforescente che si rimbalzano tra loro le luci dei fari delle macchine e illuminano a giorno la collina) giungi, dopo una speciale degna del 2 Valli, al posto prestabilito. E' sì, perchè qui è tutto organizzato "come cristo comanda":pensate che dei sensori rilevano lunghezza e larghezza della tua auto e via wireless le trasmettono ai chip nel midollo spinale dei parcheggiatori, i quali con gli arti superiori ti assegnano il posto.
Simmetria e ordine innanzitutto: casse, birreria, panineria, perfino le panche sono perfettamente disposte, pena di morte a chi le disallinea. Anche l'erba è pettinata tutta nello stesso senso.
Asimmetrico invece il pubblico, per non dire composto al 99% da sgangherati(di mente e di corpo) e per il restante 1% da butei da centro, riconoscibili per gli occhi fuori dalle orbite e le palle esplose nei jeans di Dolce e G. Sgangherato anche il dj... tempo di sopportazione per comuni mortali 20 minuti max, poi c'è il rischio che i neuroni sani fagocitino gli altri come meccanismo di autoprotezione o in alternativa endocitosi delle persone nella massa di quelli a cui la afro-dance piace e piace eccome.
Cari Butei da n°1 a n° infinito, io mi ero improvvisato moralizzatore del concerto di Fiamene, ma qui invece volto Gabbana e anche Dolce e calco la mano!Spreconi, sperconi, spreconi... come avere a disposizione il Ministry of Sound e farci la festa della parrocchia."
XsTeNo

Niente da fare: oltre all'estremo sud Italia, le sagre sono una specialità anche veneta e veronese più che mai. Prontamente ribatezzate Festa, forse per conferire quel prestigio, quell'alone, quel non so che (infatti non lo so, non lo so proprio), forse per internazionalizzare il tutto inserendo l'evento nel circuito dei "hey, party party!".
Potevasi fare l'eccezione per la Festa di Santa Viola? Macchè.

Location per la Festa di Santa Viola è la Pineta di Santa Viola, evidentemente. Dalle parti di... mah, non ricordo, mi pare Grezzana, comunque Culopoli per gli avezzi. Del resto inutile tirarsela, noi conosciamo pure uno (del quale ovviamente faremo disclosure) che abita su da quelle parti. O Up da quelle party, che dir si voglia (ti voglio bene Su Corrente, ti voglio bbeneee).

Del resto Azzago è a tutti gli effetti una venue che ospita eventi blasonati. Blasonatissimi: fra i tanti (?) mi preme ricordare lo Squilibrio Party dello scorso mese, per sondare il livello in prima battuta.

Qual è il programma della festa di Santa Viola?
Brividi su SantaViola.it
Ho messo mano direttamente alle registrazioni del business plan dello staff, uno sgoob, sgoob!
-Allora guarda, prendi 'sta pineta
-mettici della gente, tanta bbella ggente con la passione per la montagna o la provincia estrema
-target geo-linguistico: è gradito il dialetto; o l'analfabetismo
-ora prendi della musica live
-no no, non quella lì, qualcosa di meno... di classe
-sì sì, la banda di paese va bene, ma non vorrei fosse troppo sofisticata
-senti, non si può riciclare qualche band dalla vicina sagra di Fiamene? Sì qualcosa del genere insomma, ci siamo capiti, pensaci tu
-grande dio bon, la banda del liscio la va ben!
-facciamo durare il tutto almeno dieci giorni, dall'11 al 20 agosto magari, che ghe caldo e alora in pineta se sta ben. Dio bon, semo dei fottuti geni [ndButel1: notare la deriva linguistica, inevitabile quando sei coinvolto in questo genere di progetti]
-sono troppi? No no ma senti qua, facciamo delle serate a tema e ogni giorno sembrerà una cosa nuova
-sì diamo da mangiare a 'sti qua, ma non troppo, che ne costa dio bon
-no no sono stufo della tua inadeguatezza, ho detto niente di sofisticato, metti via quel catering pezzo di cretino, mi 'o dito "Festa all'aperto, chioschi enogastronomici, intrattenimenti danzanti vari, discoteca, ballo liscio, birra a fiumi ..." [Fonte Santaviola.it], capissito l'italiano?
-dici che i giovani non sono coinvolti? Ma dio bon, sveia vecio: ciama i dj de Radio Company zioskan!

Ecco. Il liscio, gli stand, i deejay di Radio Company. Non mi avrete mai, mai dico.

Festa di Santa Viola, Azzago - Verona: giudizio sommario sulle scorse edizioni
Mi sento di coinvolgere un lettore, mi sento di dargli fiducia, pare affidabile e sintetico:

"[alla Festa di Fiamene] pero' la pastissada e' buona e c'e' fresco.
In ogni caso meglio di quel cesso di Santa Viola" (Gigibusa)

Amarcord
La festa pare secolare e segue la tradizione degli alpini. E quando sul sito ufficiale si parla di "All'ombra della Festa di S.Viola e' cresciuta una generazione; i bebe' che miagolavano imbacuccati in qualche carrozzina sono gli organizzatori di oggi", mi sento già invogliato ecc.

5 commenti:

uno_che_ne_sa ha detto...

scorrendo il libricino sulle serate,ho con dispiacere/piacere riscontrato che anche la sagra dell'alpino di santa viola si è fatta influenzare dal flusso discotecaro,offrendo a quelli dell'orange una serata intera....aspettiamo con ansia scalpitante una recensione dettagliata e sentenziosa più che mai,magari data l'ora è meglio che dorma,o morfeo mi si incazza.

Upstream ha detto...

(ahah darò mandato al mio legale, che poi sarei io, di promuovere un azione contro questa forma bieca di insider trading de noialtri al gusto de polenta)

i digei di radio company sono gli stessi da almeno 12 edizioni, nel senso che al termine della serata vengono tumulati vivi in una parete del forte e lì vi rimangono fino all'anno successivo.

Nel volantino non viene menzionato ma come ogni anno durante la serata cosidetta "giovani" si terrà un contest di coma etilico.

comdiservizio: il layout del sito è un po' andato a banane, colpa del mio mac della minkia?

uno_che_ne_sa ha detto...

ma ho letto che oltre radio company il 16 o il 17 ci sono quelli dell'orange......ma chiedo conferma da parte vostra

Butel1 ha detto...

Uno_che_ne_sa: Orange? Santa Viola? A posto.
E qualcuno qui se ne infischierà (vabbè, a parte quello di cui sotto che abita proprio nella baita lì in pineta). Insomma, va bene eventi trash e trashsetters, ma non diventi la consuetudine. Siamo ben giovani per finire dall'analista ogni settimana (basta la visita mensile).
Avrei invece una recensione sull'Orange-vero-Orange che non è una recensione di fatto eppure l'è. Fatta da una coppia di turisti austrialiani in persona. Di ritorno da un Orange deserto. Venerdì sera. Sbronzi. Sbronzi da vomito. Nel centro di Bardolino. Una recensione per interposta persona a suo modo istrionica. Non è mancata la sessione Q&A.

Upstream: sapevo inoltre che gli stessi deejay vengono risvegliati ogni primo di agosto con apposito rito da saga celtica.
p.s. il layout ora è sistemato, pare che Lapo c'abbia messo lo zampino. Ad ogni modo sappi che sul tuo mac non funzionerà ugualmente. E' una patologia che vi unisce nell'ammmmore cibernetico.

XsTeNo ha detto...

luci palco e ambientazione da "incontri ravvicinati del terzo tipo"...questa la scena visibile scendendo verso il parcheggio-prato della GRANDE Festa di Santa Viola. Poi mano a mano che ti avvicini, (indirizzato da uno staff di 10.000 parcheggiatori in arancione fosforescente che si rimbalzano tra loro le luci dei fari delle macchine e illuminano a giorno la collina) giungi, dopo una speciale degna del 2 Valli, al posto prestabilito. E' sì, perchè qui è tutto organizzato "come cristo comanda":pensate che dei sensori rilevano lunghezza e larghezza della tua auto e via wireless le trasmettono ai chip nel midollo spinale dei parcheggiatori, i quali con gli arti superiori ti assegnano il posto.
Simmetria e ordine innanzitutto: casse, birreria, panineria, perfino le panche sono perfettamente disposte, pena di morte a chi le disallinea. Anche l'erba è pettinata tutta nello stesso senso.
Asimmetrico invece il pubblico, per non dire composto al 99% da sgangherati(di mente e di corpo) e per il restante 1% da butei da centro, riconoscibili per gli occhi fuori dalle orbite e le palle esplose nei jeans di Dolce e G.
Sgangherato anche il dj...tempo di sopportazione per comuni mortali 20 minuti max, poi c'è il rischio che i neuroni sani fagocitino gli altri come meccanismo di autoprotezione o in alternativa endocitosi delle persone nella massa di quelli a cui la afro-dance piace e piace eccome.
Cari Butei da n°1 a n° infinito, io mi ero improvvisato moralizzatore del concereto di Fiamene, ma qui invece volto Gabbana e anche Dolce e calco la mano!
Spreconi, sperconi, spreconi...come avere a disposizione il Ministry of Sound e farci la festa della parrocchia.